14/07/2016

Cronaca

Delitto Rosboch, il tribunale del riesame ha deciso: Caterina Abbatista deve rimanere in carcere

Ivrea

/
CONDIVIDI

Per il giudice del Tribunale della libertà di Torino Caterina Abbatista, madre di Gabriele Defilippi, accusato con l’ex amico e amante Roberto Obert, di aver barbaramente ucciso Gloria Rosboch, 49 anni, insegnante di sostegno alla scuola media “Cresto” di Castellamonte, deve rimanere in carcere. Il magistrato ha respinto l’istanza di scarcerazione avanzata dai legali della donna, Erica Gilardino e Matteo Grognardi: niente libertà quindi e neanche gli arresti domiciliari che la difesa aveva chiesto come misura alternativa.

Nella mattinata di giovedì 14 luglio, il giudice ha depositato le 46 pagine contenenti le motivazioni. Stando a quanto si è appreso, sarebbero state decisive le testimonianze rese dal fratellino di Gabriele (che Caterina Abbatista ha avuto in seconde nozze), di Sophia Sabouh, ultima fidanzata di Gabriele Defilippi e di una collega infermiera. Il tribunale ha tenuto evidentemente conto del parere contrario alla scarcerazione espressa dal procuratore capo di Ivrea Giuseppe Ferrando.

Caterina Abbatista, 45 anni, ex operatrice socio-sanitaria in servizio al reparto di Pediatria dell’ospedale di Ivrea, rimarrà dunque in carcere. Nella stessa cella nella quale si trova dallo scorso 19 febbraio. Ad incastrala è anche il fatto che il giorno del delitto, avvenuto lo scorso mercoledì 13 gennaio, il suo telefono cellulare era stato agganciato dalla cella di Montalenghe, ossia in un luogo distante oltre 15 chilometri da Ivrea, dove la donna ha sempre sostenuto di trovarsi.

Caterina Abbatista si è sempre dichiarata innocente e ha sempre sostenuto di non conoscere le intenzioni del figlio e di Roberto Obert.

Dov'è successo?

03/12/2022 

Cronaca

Chivasso: allo studio del Comune un piano anti-neve per scongiurare possibili emergenze

In vista della stagione invernale, al Comune di Chivasso si è tenuta una riunione di programmazione […]

leggi tutto...

02/12/2022 

Economia

Rivarolo: il negozio “Adelina Intim Chic” chiude dopo 50 anni. Addio agli anni “ruggenti”

Lo scorso venerdì l’esercizio commerciale “Adelina Intim Chic” di Rivarolo ha definitivamente abbassato le serrande, ponendo […]

leggi tutto...

02/12/2022 

Eventi

Settimo Vittone: scialli e scaldagambe con “La Gomitolosa” agli anziani della casa di riposo

Un pomeriggio all’insegna delle tradizioni, tanto care ai nostalgici e ai curiosi di riscoprire un passato […]

leggi tutto...

02/12/2022 

Cronaca

La variante Lombardore-Front si farà: a fine gennaio 2023 nuovo confronto con i sindaci canavesani

La variante Lombardore-Front si farà. I fondi per la realizzazione del primo Lotto ci sono, come […]

leggi tutto...

02/12/2022 

Cronaca

A Chivasso potenziata la connessione: anche Palazzo Einaudi collegato alla rete wifi pubblica

Nuova installazione di reti wi-fi pubbliche e gratuite nella Città di Chivasso. Tre nuovi hotspot nel […]

leggi tutto...

02/12/2022 

Cronaca

A Castellamonte, Cuorgnè e Lanzo in funzione i “Bike Box” per agevolare la mobilità sostenibile

A Castellamonte, Cuorgnè e Lanzo stanno per entrare in funzione tre nuovi Bike Box realizzati nell’ambito […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy