04/10/2016

Cronaca

Caluso: i clienti truffati dallo studio tributaristico si rivolgono al Presidente Sergio Mattarella

Caluso

/
CONDIVIDI

“Presidente, noi abbiamo pagato le tasse, siamo persone oneste. Per favore, ci dia una mano”. L’appello è rivolto direttamente al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A richiedere l’interessamento del Capo dello Stato sono i clienti truffati dallo studio “U.T.C. Boaglio” di Caluso. Tutte persone che sostengono di avere pagato regolarmente tasse e contributi e che adesso rischiano di finire sul lastrico perché Agenzia delle Entrate, Inps ed Equitalia chiedono il pagamento di denaro già versato e mai corrisposto agli enti interessati. L’appello è stato rivolto da un gruppo di ex clienti dello studio tributarista nel corso della popolare trasmissione televisiva “Pomeriggio Cinque” condotta da Barbara d’Urso andata in onda su Canale 5 nel pomeriggio di oggi, martedì 4 ottobre. Sulla vicenda, ripresa anche dalla trasmissione “Mi manda RaiTre” da mesi sta indagando la Guardia di Finanza coordinata dalla procura di Ivrea. Stando a quanto è stato finora ricostruito da investigatori e inquirenti, la truffa ammonterebbe, al momento, a ben due milioni di euro (ma si ipotizza possano essere di più). Vittime dello studio tributaristico sono ottanta tra piccoli imprenditori, commercianti, liberi professionisti e liberi cittadini.

Tutti clienti non solo residenti a Caluso ma in mezzo Canavese, che per l’Agenzia delle Entrate e per l’Inps, risultano essere evasori e che devono fare i conti con le cartelle esattoriali che richiedono il versamento di Iva, imposte e contributi con l’aggravio di sanzioni e interessi.

Sono in tanti a essere disperati.  Una disperazione espressa accoratamente nel corso della trasmissione tv. Il bubbone è scoppiato quando sono arrivate ad alcuni clienti le cartelle di Equitalia. Alla richiesta di spiegazioni avanzate dai clienti i titolari dello studio hanno sempre risposto che si trattava di un errore compiuto dall’Agenzia delle Entrate. Per intanto gl’indagati sono sei e con la pesante accusa di truffa e appropriazione indebita perché i clienti i versamenti li avevano compiuti attraverso assegni, bonifici e con versamento sul conto corrente dello studio. Soldi che però non sarebbero mai stati versati.

La richiesta dei contribuenti truffati è quella di congelare almeno per il momento le cartelle in attesa che la procura faccia piena luce su tutta la vicenda. In caso contrario con il pignoramento di auto e beni, molti dei tanti clienti dello Studio Boaglio, la maggior parte di queste persone, rischia di vedere rovinata la propria vita e il lavoro avviato a prezzo di grandi sacrifici. La giornalista inviata a Caluso, Benedetta Delogu, ha anche cercato di parlare con i titolari dello studio ma senza successo. La donna che ha socchiuso la porta dello studio ha risposto: Non ho nulla da dire. Vuole che chiami il mio avvocato?”

Dov'è successo?

17/01/2022 

Cronaca

Caselle: Il Comune investe 650 mila euro per riasfaltare le strade e rifare i marciapiedi

L’Amministrazione Comunale di Caselle ha impegnato 650.000 euro per la riasfaltatura di strade e il rifacimento […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Sanità

Covid in Piemonte: il virus rallenta la sua corsa. Oggi oltre 9 mila casi e 74mila tamponi. 23 i decessi

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, lunedì 17 gennaio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Lacrime di dolore a Volpiano e Mappano per scomparsa a 31 anni del giocatore Fabio Mussetta

Ha combattuto per mesi, con il coraggio che lo caratterizzava: poi il male che lo aveva […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Sanità

Covid, in aumento i ricoveri. Per i non vaccinati il rischio del contagio aumenta di 10 volte

Covid Piemonte: per i non vaccinati rischio 10 volte più alto di terapia intensiva e 5 […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Brusasco: spaventoso scontro tra due auto sulla provinciale. Perde la vita un giovane di appena 19 anni

È morto a soli 19 anni per i traumi riportati in un terribile incidente stradale che […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Ozegna: in un drammatico scontro tra furgone e un camion un uomo è morto sul colpo

Drammatico incidente stradale sulla strada provinciale 53 che conduce a San Giorgio Canavese, nei pressi della […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy