06/12/2019

Cronaca

L’assessore regionale Tronzano in visita a Belmonte: “Urgente il recupero del Sacro Monte”

CONDIVIDI

Nella mattinata di ieri, giovedì 5 dicembre, l’assessore regionale al Bilancio e al Patrimonio Andrea Tronzano ha effettuato un sopralluogo al santuario di Belmonte insieme al consigliere Mauro Fava per verificare di persona lo stato dell’arte dell’immobile storico. Prima della visita, si è tenuta una riunione in Comune a Cuorgnè con i funzionari della Regione a cui hanno partecipato anche il presidente dell’Unione montana Val Gallenca, Piero Rolando Perino, e il vice-sindaco cuorgnatese Laura Febbraro.

“Siamo all’inizio di un percorso che deve portare al recupero e alla valorizzazione del complesso di Belmonte. Un processo che non può prescindere da un coinvolgimento diretto degli attori locali, in primis l’Unione montana – commenta l’assessore Andrea Tronzano –. La Regione garantisce il suo impegno in tal senso. Prima di tutto intendo incontrare la proprietà per analizzarne le intenzioni. Partiamo da una base di 1 milione di euro accantonato dalla Giunta Chiamparino, al quale bisogna trovare un capitolo di spesa adatto per renderlo disponibile ad essere utilizzato in lavori di manutenzione e riqualificazione dell’area del santuario. Ed in tal senso voglio incontrare l’ente di gestione dei Sacri monti, perché l’allocazione delle risorse di cui dispone, stanziate dalla Regione, non mi pare soddisfacente: bisogna fare di più, anche alla luce dei danni ingenti provocati dall’ultimo incendio al patrimonio forestale”.

Una cosa è certa. La presunta trattativa di acquisto sbandierata dal Pd prima del voto dello scorso giugno era ben lungi dall’essere vicina ad una conclusione.

“La verità è che il milione di euro stanziato dalla Regione targata Pd era solo un disperato tentativo di raggranellare qualche consenso a livello locale da parte di chi evidentemente era conscio della sua probabile sconfitta elettorale – spiega Mauro Fava –. Alla prova dei fatti, la somma messa a bilancio non era nemmeno utilizzabile, perché non c’era alcun accordo a livello locale, nonostante fosse indispensabile per concretizzare la compravendita. Si è trattato di una mera operazione di facciata sulla quale i democratici hanno provato a montare un’operazione propagandistica che però non ha alcun fondamento”.

27/11/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: il contagio continua a correre. Oggi 859 contagi e due decessi. 421 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, sabato 27 novembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Cronaca

Castellamonte: proseguono i lavori per l’allargamento della strada lungo la “provinciale” di “Campo”

Proseguono i lavori per l’allargamento della strada lungo la strada provinciale 265 C03 di “Campo” dal […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Eventi

Il “Centro Famiglie” di Rivarolo Canavese incontra i genitori per esplorare i cambiamenti familiari

Il “Centro Famiglie” di Rivarolo Canavese ha promosso due incontri dedicati all’adolescenza e alle genitorialità presso […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Economia

Contributo di 7 milioni dalla Regione alle piccole e medie imprese per rinnovare il parco veicoli

Le micro, piccole e medie aziende con un’unità operativa attiva in Piemonte e che sono iscritte […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Cronaca

Autostrada Torino-Milano: camion va a fuoco durante la marcia. Cinque ore per domare le fiamme

Notte d’inferno sull’autostrada A4 Torino-Milano nel tratto di strada compreso tra i centri abitati di Settimo […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Eventi

Rivarolo Canavese: la mostra fotografica all’aperto “R-Esistiamo” diventa la cronistoria del Covid

Immagini eloquenti, a volte crude, impietose ma soprattutto umane: sono quelle scattate dal fotografo valperghese Piero […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy