Trasporti, niente autobus sostitutivi: il servizio ferroviario tra Ceres e Venaria rimarrà attivo

04/12/2019

CONDIVIDI

Lo ha affermato in Consiglio regionale l'assessore ai trasporti Marco Gabusi in risposta a un'interrogazione presentata dal consigliere del Pd Alberto Avetta. Ai pendolari rimangono i "soliti" disagi quotidiani

Trasporti, niente autobus sostitutivi: il servizio ferroviario tra Ceres e Venaria rimarrà attivo per tutto il 2020.

Il tema sempre più attuale e “scottante” del trasporto ferroviario locale tiene banco in Consiglio regionale. Il consigliere regionale Alberto Avetta ha presentato un’interrogazione sull’andamento dei lavori relativi alla tratta Torino-Ceres. Un argomento che interessa in particolar modo centinaia di persone tra lavoratori e studenti che risiedono nelle Valli di Lanzo.

“Premesso che – ha risposto l’assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi – i lavori connessi con il quadruplicamento del passante ferroviario di Torino hanno richiesto la realizzazione di un collegamento interrato lungo la direttrice di Corso Grosseto tra la esistente ferrovia Torino-Ceres ed il passante ferroviario del Nodo di Torino, i cui lavori sono iniziati nel 2017, questo comporterà l’adozione di misure per la gestione del traffico viaggiatori durante l’interruzione della linea. È importante sottolineare che, rispetto alle valutazioni fatte ed allo stato attuale, si ipotizza la sospensione del servizio ferroviario nella sola tratta Venaria-Torino, per il quale è previsto il servizio sostitutivo con gli autobus”.

Per la tratta Venaria-Ceres, invece, ha sottolineato l’assessore regionale il servizio ferroviario rimarrà attivo. L’avvio del servizio sostitutivo dovrebbe iniziare nella primavera del 2020 quando sarà completato il Movicentro di Venaria Reale che faciliterà l’interscambio auto-treno, nell’area circostante la stazione ferroviaria. Come ha ricordato l’assessore Gabusi, in previsione dell’interruzione della linea ferroviaria “é stato istituito ed è operativo un gruppo di lavoro comprendente la Gruppo Trasporti Torinese GTT, la Società di Committenza Regione Piemonte SCR, l’Agenzia della Mobilità Piemontese e lo stesso Comune di Venaria, al fine di perfezionare le modalità con cui attivare il nuovo sistema”.

Leggi anche

22/09/2020

Elezioni comunali, dalle urne il verdetto: Valperga ha scelto Walter Sandretto come nuovo sindaco

Il nuovo sindaco di Valperga è Walter Sandretto, candidato dalla lista “Valperga in Movimento”. L’esito della […]

leggi tutto...

21/09/2020

Referendum Costituzionale: il Canavese vota Sì a maggioranza alla riduzione dei parlamentari

Anche il Canavese ha votato a maggioranza il Sì alla riforma costituzionale che prevede la riduzione […]

leggi tutto...

21/09/2020

Ospedale di Ivrea, il consigliere Andrea Cane (Lega): “Per i lavori occorre il sì del governo”

I lavori all’ospedale di Ivrea? Non dipendono dalla Regione Piemonte ma dall’attuazione da parte del Commissario […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy