27/12/2015

Cronaca

VALCHIUSELLA, RAGAZZA SI TOGLIE LA VITA LANCIANDOSI DAL PONTE PRETI

Strambinello

/
CONDIVIDI

Sono ancora sconosciuti i motivi per i quali una ragazza di 23 anni ha deciso di togliersi la vita lanciandosi nel vuoto dal ponte Preti nel tratto di strada provinciale che attraversa i territori del comuni di Baldissero e Strambinello. La ragazza, residente a Pratiglione, piccolo comune dell’Alto Canavese, ha accostato l’auto sul ciglio della strada in direzione di Ivrea, poi si è arrampicata sul parapetto e si è lasciata andare. L’impatto con le rocce del greto del torrente Chiusella è stato violento e fatale. Sul posto sono intervenuti, questa mattina, gli agenti della polizia stradale, i carabinieri della stazione di Castellamonte e Cuorgnè, gli elicotteri del vigili del fuoco e del 118. Nel punto in cui la donna si è buttata l’altezza è di alcune decine di metri. I soccorritori hanno tentato di tutto per rianimarla, ma il cuore della giovane aveva già smesso di battere.

Gli inquirenti stanno cercando di comprendere che cosa abbia spinto la giovane a compiere questo gesto estremo. Sul luogo della tragedia sono sopraggiunti anche i genitori e alcuni amici. E’ stato il padre ad effettuare il riconoscimento della salma. La ragazza aveva da poco compiuto 23 anni e pare che avesse trascorso la serata di ieri a Ivrea in compagnia di alcuni amici. E’ stato il padre a chiamare i soccorsi quando non ha visto rientrare la figlia a casa. Le operazioni di recupero del corpo sono state complesse: l’elicottero dei vigili del fuoco ha dovuto atterrare sul letto del corso d’acqua per consentire il trasbordo del cadavere.

Il ritrovamento è stato effettuato questa mattina: carabinieri e polizia stradale indagano per capire quando la donna ha deciso di togliersi la vita e quali potrebbero essere le motivazioni che l’hanno spinta al suicidio. La salma si trova all’istituto di medicina legale a Strambino a disposizione della procura di Ivrea. I carabinieri hanno sentito i parenti e gli amici per cercare di fare luce sulla drammatica vicenda. La strada provinciale è rimasta chiusa al traffico per oltre due ore per permettere ai soccorritori di compiere le operazioni di soccorso e di recupero del corpo.

Dov'è successo?

25/07/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 97 nuovi casi positivi. Nessun decesso. In leggero aumento i ricoveri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, domenica 25 luglio l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

25/07/2021 

Sanità

Pronto soccorso di Cuorgnè, Avetta attacca Icardi: “Perché non incontra sindaci e sindacati?”

“Il Pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè continua ad essere chiuso per carenza di personale, con grandi […]

leggi tutto...

25/07/2021 

Cronaca

Maltempo: finanziamenti in arrivo per Agliè, Quincinetto, San Benigno, San Colombano e Vestignè

Sono in arrivo altri fondi destinati ai comuni colpiti e danneggiati dalle alluvioni nel triennio 2019-2021: […]

leggi tutto...

25/07/2021 

Cronaca

Covid, la CNA favorevole al Green Pass: “Ma ristoratori e baristi non possono trasformarsi in vigilantes”

“Ristoratori e baristi non possono trasformarsi in controllori. Siamo assolutamente d’accordo con l’introduzione del Green Pass […]

leggi tutto...

25/07/2021 

Cronaca

Castellamonte: denunciati 2 maggiorenni e 4 minori che aggredirono l’autista di un autobus

I carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno denunciato alla Procura della Repubblica Ordinaria di Ivrea e […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Cronaca

Nubifragio a Rivarolo: allagato il sottopasso di via Martiri delle Foibe. Albero sradicato in via Reyneri

Un violentissimo temporale ha spazzato il territorio di Rivarolo Canavese provocando allagamenti, in special modo nel […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy