06/07/2016

Cronaca

Un’altra scossa di terremoto scuote il suolo del Canavese. L’epicentro a Ceretti di Front

Front

/
CONDIVIDI

Il suolo del Canavese ha nuovamente tremato. Questa volte nelle prime ore della notte di ieri e più precisamente 53 minuti dopo la mezzanotte. La scossa di terremoto, di magnitudo 2,7 ha avuto come epicentro la frazione Ceretti di Front, è stata percepita in tutta la provincia di Torino e ha comprensibilmente provocato momenti di panico tra la popolazione. Il sommovimento tellurico, è stato registrato dei sensibilissimi dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia che ha immediatamente allertato la centrale dei Vigili del fuoco di corso Regina Margherita a Torino è stata allertata per fronteggiare eventuali emergenze che, per fortuna, non si sono verificate. Molte le telefonate giunte al centralino del 115 da molto cittadini preoccupati.

Non è stato segnalato nessun danno a persone o cose. Il terremoto ha avuto origine a una profondità di 36 chilometri ed è stato probabilmente causato da un movimento delle falde tettoniche che costituiscono la crosta terrestre. Il sisma è stato particolarmente sentito nei comuni di Vauda Canavese, Barbania, San Carlo, Ciriè, Levone, San Francesco, Rocca, Nole, San Maurizio, Grosso, Busano, Rivara, Villanova, Rivarossa, Mathi, Favria, Balangero, Pertusio, Corio, Forno Canavese, San Ponso, Oglianico, Lombardore, Pratiglione, Cafasse, Robassomero, Feletto, Rivarolo Canavese e Bosconero, ossia tutti i centri abitati che si trovano nel raggio di dieci chilometri dall’epicentro.

Due settimane fa, un altro terremoto aveva scosso la Valle Orco. Questa volta l’epicentro era stato individuato nel territorio di Sparone e l’indice di magnitudo era percentualemnte inferiore.

26/11/2022 

Cronaca

Covid-19: “Il Piemonte vi dice grazie”. Premiati a Leinì i volontari di coordinamenti piemontesi

Il Palazzetto dello Sport di Leinì ha ospitato nella mattinata di oggi, sabato 26 novembre, “Il […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Caldo anomalo, pochi i tartufi a settembre. Si pensa di spostare più avanti la raccolta

“La raccolta dei tartufi andrebbe spostata più avanti nella stagione, viste le conseguenze del cambiamento climatico […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Venaria piange la scomparsa della “Miss” che amava i gatti. Il sindaco Giulivi: “Mancherà a tutti noi”

In tanti, tantissimi a Venaria Reale, hanno tributato l’estremo saluto a Lella Maldera, 92 anni, deceduta […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Ivrea: i vandali danneggiano durante la notte la biglietteria del Gtt. Indagini in corso

Raid notturno dei vandali a Ivrea. Questa volta oggetto della devastazione è stato l’ufficio biglietteria Gtt […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Cascina a fuoco in frazione Sant’Antonio di Castellamonte. Distrutte 350 rotoballe di fieno

Ore di palpabile paura in frazione Sant’Antonio di Castellamonte, per un vasto incendio divampato, intorno alle […]

leggi tutto...

25/11/2022 

Cronaca

Rivarolo Canavese, strage di corso Italia: nuova perizia psichiatrica per il killer Renzo Tarabella

Una nuova perizia psichiatrica su Renzo Tarabella, il pensionato oggi 84enne che il 10 aprile 2021 […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy