15/11/2020

Sanità

Sanità in Piemonte: intesa sull’assistenza domiciliare per curare i pazienti affetti da Covid

CONDIVIDI

Regione Piemonte, Prefetture, aziende sanitarie, sindacati e Ordini professionali hanno raggiunto l’intesa per le cure domiciliari dei malati di Covid. “Potenziamo e mettiamo a sistema – riassume l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi – i processi di cura domiciliare che abbiamo via via incrementato dalla scorsa primavera a oggi. L’obiettivo è evitare che i ricoveri delle persone che possono essere curate a domicilio e le degenze prolungate oltre l’effettiva necessità clinica provochino una consistente occupazione di posti letto e l’impossibilità di erogare assistenza a chi è in condizioni più gravi”.

Nello specifico, l’accordo recepisce il protocollo di cure domiciliari esistente, che è stato aggiornato e potenziato e ora sottoscritto da tutti gli attori istituzionali coinvolti nella presa in carico dei pazienti Covid a domicilio, tra Unità speciali di continuità assistenziale, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta. Vengono dettagliati organizzazione, personale, sedi e dotazioni, tipologia di interventi, compiti del medico Usca, interazione tra i vari medici, gli aspetti specifici dell’integrazione tra territorio e ospedale (Pronto soccorso, Radiologie, consulenze specifiche…).

La Regione inserisce nella struttura dell’Unità di Crisi un’area riferita alla Medicina territoriale, alla domiciliarità e ai rapporti con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, impegnandosi ad aggiornare e monitorare il protocollo delle cure domiciliari, ad attivare uno specifico gruppo di lavoro tra i firmatari dell’intesa per dare piena attuazione alla funzionalità della piattaforma regionale Covid-19 e per monitorare le procedure di acquisizione di personale nell’ambito dell’area dell’assistenza primaria.

Gli Ordini professionali e le organizzazioni sindacali dei medici di medicina generale e dei pediatri si impegnano a sensibilizzare i colleghi ad attuare quanto previsto dall’intesa, collaborando altresì attivamente alla diffusione e al monitoraggio del protocollo ad ogni livello.

20/01/2021 

Sanità

Emergenza Covid: presto i vaccini anti saranno somministrati in farmacia. Ecco l’accordo

La Regione Piemonte ha siglato l’accordo con Federfarma e Assofarm per il coinvolgimento delle farmacie, che […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Emergenza Covid: oggi in Piemonte 716 nuovi casi positivi e 34 decessi. In lieve aumento i ricoveri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI Alle ore 17,00 di oggi, martedì 19 gennaio, l’Unità di Crisi della […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Sanità

Vaccini, Pfizer ritarda le consegne. Il presidente del Piemonte Cirio: “La campagna va avanti”

“Il ritardo nelle consegne di Pfizer non ci ha fermati e non incide in alcun modo […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Cronaca

Montagna, l’Uncem: “Il Governo consenta di praticare l’attività amatoriale sulla neve”

“La possibilità di raggiungere le ‘seconde case’, tutte le abitazioni, anche fuori dalla propria regione, è […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Lavoro

Lavoro, la Cassazione: “Non è licenziabile chi aderisce all’accordo sul demansionamento”

Chi aderisce all’accordo sindacale sul demansionamento nell’ambito di una procedura di mobilità, non può essere licenziato: […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Sanità

Emergenza Covid in Piemonte: scoperto a Torino il primo caso della temuta “variante inglese”

Primo caso in Piemonte della cosiddetta “variante inglese” del Covid-19: è stato riscontrato in una ragazza […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy