03/03/2022

Sanità

Sanità: 300 posti precari a rischio all’Asl T04. Avetta (Pd): “Gli eroi bianchi sono già stati dimenticati”

CONDIVIDI
Dapprima è stata la Uil a lanciare l’allarme: trecento posti di lavoro sono a rischio all’Asl T04. La notizia è approdata in men che non dica in Consiglio regionale, tanto che il consigliere regionale canavesano Alberto Avetta (Pd) ha presentato un’interrogazione all’assessore regionale alla Sanità Luigi Genesio Icardi. Ma chi rischia di perdere il posto? Sono i lavoratori in somministrazione o che hanno un contratto a tempo strettamente legato all’emergenza Covid. Il problema nasce dal fatto che non potendo superare il tetto di spesa del 2019 azienda sanitaria non potrebbe confermare i contratti scadenza.
“Durante questi due anni di pandemia il sistema Paese si è retto su alcune categorie di persone: gli infermieri sono a pieno titolo tra queste. Eppure, continuano a stare ‘in trincea’, con straordinari non riconosciuti e stipendi tra i più bassi d’Europa. In particolare, agli ‘eroi in divisa bianca’ – spiega Alberto Avetta -, non è ancora stata riconosciuta l’indennità di specificità infermieristica, un fondo stanziato già nella Legge di Bilancio del 2021 e mai erogato, perché legato al rinnovo del contratto collettivo. Tutto ciò non fa che generare disamore verso la professione infermieristica ulteriormente aggravato anche dal rilevante numero di contagi tra gli operatori”
Secondo l’Istituto superiore di sanità gli operatori contagiati erano 4.142 il 2 dicembre 2021; il 2 gennaio 2022 sono passati a 12.870 (+210%) e di questi 7.160 sono infermieri. Questo è un fatto di cui le istituzioni – aggiunge il consigliere regionale- tutte, dovrebbero essere consapevoli; invece, lo sciopero dei giorni scorsi dimostra che persiste una distanza tra i buoni propositi e i riconoscimenti concreti.
“La Regione Piemonte e l’assessore Icardi farebbero bene ad ascoltare le richieste avanzate da Cgil, Cisl Fp, Uil FPL e Nursind-conclude Alberto Avetta-e ad adoperarsi per individuare risorse aggiuntive a favore di questi lavoratori. Ognuno deve fare la sua parte a cominciare dal Governo nazionale, ma anche la Regione non può sottrarsi al confronto. Per questo ho depositato un’Interpellanza, allo scopo di fare chiarezza sulle azioni che la Giunta Cirio, nell’ambito delle sue competenze, intende adottare per garantire agli infermieri piemontesi le assunzioni in numero adeguato, la stabilizzazione contrattuale e un più idoneo trattamento economico”.

13/08/2022 

Cronaca

Confagricoltura: frutta di ottima qualità, ma il mercato è rallentato dalle vacanze. Incognita autunno

A causa dell’anomala e prolungata ondata siccitosa, sottolinea Confagricoltura, la parola d’ordine per i frutticoltori è […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Cronaca

Cuorgné: auto si schianta contro il muro del parcheggio. Muore in ospedale pensionato di 74 anni

Un’altra morte dovuta a un incidente stradale: dopo 13 giorni di agonia è deceduto ieri, venerdì […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Economia

Gli agriturismi tra le location preferite per le vacanze di centinaia di migliaia di piemontesi

In agriturismo, vicino a piccoli borghi ben serviti, vivendo esperienze in azienda agricola e mangiando prodotti […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Cronaca

Danni per il maltempo a Chivasso: si lavora anche al ripristino dell’illuminazione pubblica

Non sta interessando solo il Palazzetto dello Sport di via Favorita la conta dei danni causati […]

leggi tutto...

13/08/2022 

Cronaca

È morto Piero Angela, il celebre divulgatore televisivo che insegnò la scienza agli italiani

Piero Angela è morto nella notte di oggi, sabato 13 agosto, mentre si trovava a Cagliari. […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

L’Uncem: “cinghiali, in Canavese serve un serio piano di abbattimento”. Gli agricoltori sono esasperati

“Serve un piano di abbattimenti dei cinghiali serio, chiaro a tutti, senza troppi passaggi burocratici, senza […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy