18/12/2015

Economia

Rivarolo, sindaci e amministratori hanno incontrato il senatore Mauro Maria Marino

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

Legge di stabilità, compensazioni finanziarie, tagli lineari. Sono stati questi i temi portanti dell’incontro che ha avuto luogo nella serata di lunedì 14 dicembre nella sala consigliare di Palazzo Lomellini, al quale hanno preso parte numerosi sindaci e amministratori comunali del territorio altocanavesano e il senatore Mauro Maria Marino, presidente della commissione Finanze e Tesoro del Senato.

“Nel corso della serata si è discusso a lungo dei provvedimenti contenuti nella legge di stabilità che dovrà essere approvata entro il prossimo 31 dicembre – spiega Alberto Rostagno, sindaco di Rivarolo che è stato promotore dell’iniziativa -. Lo scopo dell’incontro era quello di comprendere quale impatto potrà avere la nuova legge sulle disponibilità finanziarie dei comuni. Da questo punto di vista mi pare che l’obiettivo sia stato pienamente raggiunto e sono particolarmente soddisfatto per la numerosa partecipazione”.

Alberto Rostagno, in qualità di sindaco del più popoloso centro urbano dell’Alto Cavanese e di portavoce dell’Area Omogenea (della quale fanno parte una quarantina di comuni),  sa bene che nel prossimo futuro gli enti locali saranno chiamati a rattoppare una coperta che è sempre più corta. E questo comporterà scelte importanti soprattutto dal punto di vista dall’autonomia impositiva; scelte che non sarà affatto facile assumere se si vuole evitare che il carico fiscale gravi ulteriormente sulle spalle dei contribuenti. Un esempio su tutti: la legge di stabilità (ex Finanziaria) abolirà l’Imu sulla prima casa, come è stato ampiamente annunciato dal premier Matteo Renzi. Un provvedimento popolare, è indubbio, ma che limiterà di molto le entrate nelle casse comunali. Un problema non da poco, se si considera che gli stanziamenti a favore degli enti locali e, in particolar modo dei comuni, ormai da anni sono soggetti a tagli sempre più drastici.

In questo particolare contesto il senatore Mauro Maria Marino ha sottolineato che le minori entrate determinate dall’abolizione dell’Imu saranno compensate da fondi stanziati dal governo centrale per sopperire all’impatto negativo che le minori entrate potrebbero causare agli esausti bilanci comunali, in particolar modo in quelli dei centri urbani più piccoli.

07/12/2022 

Cronaca

Canavese, la Coldiretti Torino: “Dopo gli incendi in cascina chiediamo massima vigilanza”

Dopo l’ennesimo incendio che ha devastato un fienile, questa volta nella frazione Sant’Antonio di Castellamonte, mandando […]

leggi tutto...

06/12/2022 

Sport

San Francesco al Campo: via al Turin International Cyclocross. Gran finale di stagione al Velodromo

Sarà una fine anno davvero speciale per lo sport tra Torinese e Canavese. Ieri sera, al […]

leggi tutto...

06/12/2022 

Politica

Pronto soccorso di Cuorgnè, il consigliere regionale Avetta (Pd): “Icardi non lo riaprirà più”

Il consigliere regionale Alberto Avetta (Pd) non ha dubbi ed esprime chiaramente la sua opinione:  a […]

leggi tutto...

06/12/2022 

Cronaca

Pont Canavese: una frana si stacca dal fianco della montagna. Danneggiati la chiesa e un’auto

I massi si sono staccati all’improvviso dal fianco della montagna e la frana ha investito la […]

leggi tutto...

06/12/2022 

Cronaca

Vidracco: il vicesindaco Metropolitano ai sindaci della Valle: “Nel 2023 i lavori sulla provinciale 61”

Sopralluogo ieri mattina lunedì 5 dicembre in ValChiusella per il vicesindaco della Città metropolitana di Torino […]

leggi tutto...

06/12/2022 

Cronaca

Strade chiuse per lavori di ammodernamento a San Maurizio, Santuario di Belmonte e Valli di Lanzo

Strada provinciale 16 di “San Maurizio” dal 6 al 16 dicembre 2022 Per lavori di rappezzatura […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy