09/07/2016

Cronaca

Rivarolo Canavese: tutti in bicicletta con il servizio di bike-sharing inaugurato dal sindaco Rostagno

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

Era presente una numerosa folla al taglio del nastro delle nuove postazioni del servizio bike-sharing che ha avuto luogo nel pomeriggio di mercoledì scorso a Rivarolo Canavese. Il taglio del nastro, eseguito dal sindaco Alberto Rostagno, alla presenza di numerosi amministratori comunali di maggioranza e di una gran folla di cittadini, ha ufficialmente sancito l’avvio del primo esperimento nell’ambito della mobilità sostenibile, che ha luogo nella provincia di Torino. L’obiettivo? Quello di convincere il maggior numero di cittadini, in particolar modo i giovani, ad usare la bicicletta al posto delle auto, per muoversi in città. Il vantaggio è duplice: da un lato ci si può muovere più facilmente nella circolazione cittadina e dall’altro si contribuisce a ridurre sensibilmente la presenza delle dannose polveri sottili nell’aria.

Convincere la popolazione abituata a muoversi in auto ad utilizzare la bicicletta non sarà un’impresa facile ma, come ha sottolineato il primo cittadino, bisognerà pur iniziare per fare in modo che l’uso del servizio di bike-sharing induca ad adottare modelli virtuosi. Sono tre le postazioni dove i cittadini potranno noleggiare i mezzi di locomozione ecologici: quella situata davanti alla stazione ferroviaria (e in questo caso la collaborazione con il Gtt, proprietario dell’area, si è rivelata preziosa), via Carisia e al centro San Francesco. La scelta di installare una delle postazioni proprio all’ingresso della stazione ferroviaria non è stata casuale: la struttura fu realizzata sul progetto dell’ingegner Fausto Gozzano, padre del celebre poeta crepuscolare Guido. Uno dei sogni nel cassetto del sindaco Alberto Rostagno è quello di fare in  modo che il numero dell postazioni crescesse magari con l’implementazione di stazioni di ricarica delle batterie dei mezzi elettrici come accade, ad esempio a Torino. Un sistema che comporta innegabili vantaggi e che Alberto Rostagno vorrebbe introdurre anche a Rivarolo, magari grazie al sostegno di alcuni sponsor privati.

Per intanto è già possibile abbonarsi per utilizzare le biciclette color granata personalizzate con il logo e il nome della città: l’abbonamento annuale per l’uso dei mezzi nella città di Rivarolo Canavese è di dieci euro più cinque euro da spendere alla prima ricarica. L’utilizzo è gratuito dalla prima ora fino a un massimo di quattro ore giornaliere. Dalla seconda ora in poi, il costo è di un euro l’ora. Spendendo venti euro (più 5 alla prima ricarica) sarà invece possibile acquistare un abbonamento annuale utilizzabile nella rete di bike-sharing attivo in tutte le città della provincia di Torino, Torino e Chivasso comprese.

Il servizio, gestito dalla società GestoPark, denominato “Bicincittà” è attivo dalle 6,30 del mattino alle 22,30. Per prelevare la bicicletta basterà strisciare la tessera magnetica nell’apposito lettore e la bicicletta si sgancerà dall’alloggiamento. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio GestoPark in via Ivrea 60 tutti i lunedì, mercoledì e sabato dalle ore 9,00 alle 12,00.

Dov'è successo?

27/11/2022 

Cultura

“Libri per tutti” a Chivasso: la biblioteca lancia un progetto per la Comunicazione Aumentativa Alternativa

Nell’ambito del progetto “Libri per tutti”, la biblioteca civica “Movimente” di Chivasso propone un incontro di […]

leggi tutto...

27/11/2022 

Eventi

Ivrea: dibattito con l’ex ministro Paola Severino sulla nuova Pubblica Amministrazione

Importante appuntamento nel pomeriggio di ieri, sabato 26 novembre, presso i locali dell’Agenzia per lo Sviluppo […]

leggi tutto...

27/11/2022 

Cronaca

Incidente a Volpiano: donna di 34 anni muore in scontro in corso Europa. Due feriti in ospedale

Drammatico incidente stradale alle porte di Volpiano. Il bilancio dello scontro fatale tra una Citroen Ds3 […]

leggi tutto...

27/11/2022 

Cronaca

E’ morto a 78 anni Don Renato Vitali. La Comunità di Busano piange il suo amato parroco

E’ deceduto venerdì 25 novembre all’età di 78 anni, don Renato Vitali, ex parroco di Busano. […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Covid-19: “Il Piemonte vi dice grazie”. Premiati a Leinì i volontari di coordinamenti piemontesi

Il Palazzetto dello Sport di Leinì ha ospitato nella mattinata di oggi, sabato 26 novembre, “Il […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Venaria piange la scomparsa della “Miss” che amava i gatti. Il sindaco Giulivi: “Mancherà a tutti noi”

In tanti, tantissimi a Venaria Reale, hanno tributato l’estremo saluto a Lella Maldera, 92 anni, deceduta […]

leggi tutto...
Privacy PolicyCookie Policy