16/08/2016

Economia

Rivarolo Canavese: il sindaco Rostagno esprime la solidarietà della città ai dipendenti Sandretto

Pont Canavese

/
CONDIVIDI

Il destino della Sandretto di Pont Canavese era probabilmente segnato da tempo. I continui cambiamenti di fronte, che l’azienda addebita alla presunta rigidità dimostrata dalla Fiom-Cgil nella gestione della crisi, dimostrano che in ogni caso la chiusura dello stabilimento era inevitabile, comunque fosse andata la trattativa che aveva l’obiettivo di fare in modo che Photonik, la società italo-belga, subentrata tre anni fa nella gestione della società alla brasiliana Romi, ritirasse la procedura di liquidazione. La trattativa adesso prosegue su tutt’altro piano: sindacato e azienda dovranno concordare le modalità inerenti la cessazione dell’attività e il futuro dei 124 dipendenti che sono rimasti senza lavoro.

“Quella della Sandretto è una vicenda che lascia indubbiamente l’amaro in bocca – commenta Alberto Rostagno, sindaco di Rivarolo Canavese, che insieme ad altri colleghi amministratori aveva preso parte alla “marcia per il lavoro” svoltasi aPont non più tardi di un paio di settimane fa -. La ricaduta economica è pesante soprattutto per le tante famiglie che dall’attività produttiva di quella fabbrica traevano il sostentamento quotidiano. La nostra amministrazione è sempre stata vicina ai dipendenti della storica fabbrica di Pont, come lo è stata in tutte quelle occasioni in cui la crisi recessiva, ha determinato la chiusura di altre fabbriche”.

A dimostrazione di quanto l’amministrazione rivarolese fosse interessata alle sorti della Sandretto che, ricordiamo, è sempre stata un’azienda specializzata nella costruzione di presse per lo stampaggio plastico, è stato il sindaco Alberto Rostagno ad ipotizzare la costituzione di cooperativa di lavoratori che si assumesse l’onere di continuare l’attività produttiva. Una proposta che era stata accolta con favore dal collega Alberto Coppo, sindaco di Pont, dalla società Photonike e dall’assessore regionale al Lavoro Gianna Pentenero. Una soluzione che avrebbe potuto in qualche modo salvare capra e cavoli, ma che, purtroppo non è andata a buon fine.

“Abbiamo sperato fino all’ultimo momento che la trattativa potesse andare a buon fine. Vedere crollare miseramente ogni speranza è stato davvero mortificante, in primo luogo per i dipendenti dell’azienda che hanno combattuto per salvaguardare il loro diritto al lavoro – conclude il sindaco di Rivarolo Canavese -. Purtroppo, in questa situazione, non possiamo fare altro che confermare la solidarietà di tutta la comunità nei confronti dei lavoratori Sandretto”. Una solidarietà che il primo cittadino ha espresso nel suo messaggio di Ferragosto rivolto ai cittadini attualmente in vacanza e, ai tanti, che sono rimasti in città.

Dov'è successo?

18/06/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi nessun decesso. 58 i nuovi casi positivi. 36 i ricoveri in terapia intensiva

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 18,00 di oggi, venerdì 18 giugno, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

18/06/2021 

Economia

Scarmagno: sulla Gigafactory da 4mila posti di lavoro è “guerra” tra Torino e Canavese

L’opportunità della “green transition” a livello di industria automobilistica accende i riflettori sul Piemonte, che da […]

leggi tutto...

18/06/2021 

Cronaca

Volpiano, boom di domande per i centri estivi. Allestita una seconda sede alla scuola “Ghirotti”

Per accogliere tutti i 116 bambini iscritti ai centri estivi di Volpiano, l’amministrazione comunale ha provveduto […]

leggi tutto...

18/06/2021 

Cronaca

Ivrea: auto sfiora il marciapiede. 26enne rincorre l’automobilista e gli sfascia il parabrezza

Due le denunce per danneggiamento scattate nella sola giornata di martedì, ad opera degli agenti del […]

leggi tutto...

18/06/2021 

Cronaca

Il mondo del basket è in lutto per la morte del notaio Antonio Forni di Caluso. Aveva 61 anni

Il mondo dello Sport e in particolare quello del basket è in lutto per la morte […]

leggi tutto...

17/06/2021 

Cronaca

Castellamonte: cade dallo scooter in Val di Chy e muore in ospedale. Addio della città a Franco Vian

È deceduto a 75 anni Franco Vian, residente a Castellamonte, vittima di un incidente stradale che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy