03/01/2016

Cronaca

Raid vandalico a Ceresole Reale: danneggiati lampioni e l’escavatore di un imprenditore

Ceresole Reale

/
CONDIVIDI

Atto vandalico o intimidatorio? Saranno le indagini avviate dai carabinieri della Compagnia di Ivrea a fornire una risposta all’interrogativo. Sta di fatto che nella notte di San Silvestro nel centro turistico di Ceresole Reale, ignoti non hanno trovato di meglio da fare che danneggiare i lampioni della luce la cartellonistica stradale e un escavatore al quale sono stati infranti i vetri della cabina. E’ anche su quest’ultimo episodio che si accentrando l’attenzione dei militari dell’Arma. L’escavatore è di proprietà di un imprenditore edile di 45 anni che, in passato, è stato autore di parecchie denunce (una trentina almeno), alcune delle quali hanno originato un procedimento giudiziario nei confronti dell’ex segretario comunale Antonino Battaglia (ex segretario comunale di Rivarolo) e del vicesindaco del paese.

Sui social network l’imprenditore ha voluto rendere pubblico l’accaduto con immagini e un commento in cui afferma che i vetri del suo scavatore sarebbero stati infranti con un colpo di fucile. I carabinieri, però, non hanno ritrovato nessun bossolo o tracce di petardi in grado di causare un danneggiamento così marcato. L’uomo teme che si tratti dell’ennesimo atto intimidatorio compiuto nei suoi confronti. Negli anni scorsi l’imprenditore aveva denunciato di aver subito minacce e danneggiamento al furgone e all’auto.

Quanto è accaduto la notte di Capodanno ha creato non poco sconcerto a Ceresole Reale, il cuore pulsante dell’intera Valle Orco che attira ogni anno decine di migliaia di turisti. I carabinieri stanno cercando riscontri per verificare se si tratta, come molti pensano, di un raid vandalico da condannare ma che non avrebbe altre motivazioni se non quelle di distruggere per il puro gusto di farlo o se le motivazioni sono di altro tipo.

Dov'è successo?

24/07/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 161 nuovi contagi. Tre i ricoverati in Rianimazione. Nessun decesso in ospedale

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, sabato 24 luglio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Cronaca

Nubifragio a Rivarolo: allagato il sottopasso di via Martiri delle Foibe. Albero sradicato in via Reyneri

Un violentissimo temporale ha spazzato il territorio di Rivarolo Canavese provocando allagamenti, in special modo nel […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Ivrea: lo sportello di pubblica tutela funziona ma rischia la chiusura. No della Città metropolitana

L’Ufficio decentrato di pubblica tutela a Ivrea è stato inaugurato a giugno dello scorso anno e […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Sanità

Covid in Canavese: da lunedì 26 luglio vaccini senza preadesione per i ragazzi tra i 12 e i 19 anni

Da lunedì 26 luglio accesso diretto agli hub per i 12-19enni. Le ragazze ed i ragazzi […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Cronaca

Leinì: volevano mettere in piedi una “baby gang” dedita a furti e rapine. Nei guai quattro ragazzi

L’intenzione era quella di dare vita a una “baby-gang” sul modello di quelle che ormai spopolano […]

leggi tutto...

23/07/2021 

Cronaca

Chivasso: educatrice positiva al Covid. Chiuso il centro estivo alla scuola Mazzucchelli

Da oggi, venerdì 23 luglio e fino a lunedì 26 luglio, il centro estivo della scuola […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy