23/02/2022

Economia

Un bando per lo sviluppo dell’agricoltura montana: Preioni e Leone (Lega): “Ripopoliamo le valli”

CONDIVIDI

La Regione a maggioranza Lega continua la sua azione in difesa delle terre alte. E’ stato infatti pubblicato questa mattina il bando promosso dall’assessorato alla Montagna, con il nostro Fabio Carosso, per incentivare le attività agricole nelle zone montane attraverso indennità compensative. La dotazione finanziaria è di 17,5 milioni di euro, con una compartecipazione di risorse regionali di quasi 3 milioni di euro. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per lunedì 16 maggio prossimo.

“Come consigliere del territorio del Verbano-Cusio-Ossola – commenta il capogruppo della Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni – so bene quanto sia difficile e oneroso condurre un’attività in montagna. La nostra giunta, alla quale vanno i nostri ringraziamenti, ha ben compreso questa complessità, varando un sistema di indennizzi che mirano a compensare i maggiori costi e i minori guadagni per ettaro ai quali devono sottostare i nostri agricoltori che operano nelle terre alte. Soprattutto, questo bando è una spinta in più per scongiurare il progressivo abbandono delle zone di montagna, che da aree marginali stanno diventano sempre di più uno straordinario polo di attrazione per la nostra regione. Un obiettivo che la maggioranza a guida Lega ha già perseguito con gli incentivi per chi decide di trasferirsi in un borgo d’altura, aggiungendo oggi una misura che garantirà il lavoro, le nostre tradizioni, la tutela del paesaggio e la cura degli spazi naturali”.

“Preservare le aree montane – ha ribadito il presidente della commissione Agricoltura del Consiglio regionale del Piemonte, il leghista Claudio Leone – significa porre attenzione a chi vi opera tutelando il patrimonio naturale e le superfici agricole. Con le indennità annuali vogliamo favorire gli agricoltori che operano nelle zone montane compensando le spese e i mancati introiti dovuti alle peculiarità del territorio e ai relativi vincoli ai quali sono soggetti”.

“Sostenendo gli agricoltori di montagna – ha proseguito il presidente Leone – garantiamo anche una serie di eccellenze della nostra regione che ci caratterizzano nel mondo. Arrivano a parlare di Piemonte sulle tavole internazionali il formaggio Plaisentif dell’Alta Val Chisone e il Bettelmatt della Val Formazza, il Carema Doc, il prosciutto crudo della Val Susa e quello della Val Vigezzo e tanti altri prodotti illustri dell’agricoltura di montagna. ‘Nella terra c’è qualcosa di tuo’ diceva il grande scrittore Cesare Pavese e perché questa nostra unicità sia mantenuta e valorizzata continuiamo a lavorare, sempre attenti al territorio”.

28/11/2022 

Economia

La Regione Piemonte investe oltre 20 milioni per la filiera del cinema, seconda in Italia

Nei giorni in cui si svolge la 40a edizione del Torino Film Festival, il presidente della […]

leggi tutto...

27/11/2022 

Cultura

“Libri per tutti” a Chivasso: la biblioteca lancia un progetto per la Comunicazione Aumentativa Alternativa

Nell’ambito del progetto “Libri per tutti”, la biblioteca civica “Movimente” di Chivasso propone un incontro di […]

leggi tutto...

27/11/2022 

Eventi

Ivrea: dibattito con l’ex ministro Paola Severino sulla nuova Pubblica Amministrazione

Importante appuntamento nel pomeriggio di ieri, sabato 26 novembre, presso i locali dell’Agenzia per lo Sviluppo […]

leggi tutto...

27/11/2022 

Cronaca

Incidente a Volpiano: donna di 34 anni muore in scontro in corso Europa. Due feriti in ospedale

Drammatico incidente stradale alle porte di Volpiano. Il bilancio dello scontro fatale tra una Citroen Ds3 […]

leggi tutto...

27/11/2022 

Cronaca

E’ morto a 78 anni Don Renato Vitali. La Comunità di Busano piange il suo amato parroco

E’ deceduto venerdì 25 novembre all’età di 78 anni, don Renato Vitali, ex parroco di Busano. […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Caldo anomalo, pochi i tartufi a settembre. Si pensa di spostare più avanti la raccolta

“La raccolta dei tartufi andrebbe spostata più avanti nella stagione, viste le conseguenze del cambiamento climatico […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy