27/07/2021

Cronaca

Pronto soccorso di Cuorgnè, Avetta: “Non si scarichi sul Dg Scarpetta la responsabilità”

CONDIVIDI

È lecito attribuire a un direttore generale che ha preso servizio soltanto da due mesi responsabilità che non sono sue? A porre l’interrogativo è il consigliere regionale canavesano del Pd Alberto Avetta che non assume la difesa d’ufficio del neodirettore generale dell’Asl T04 Stefano Scarpetta, ma intende fare chiarezza su responsabilità che arrivano da lontano sulle problematiche che costringono l’azienda sanitaria a non poter riaprire, per carenza di medici urgentisti, il pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè.

“Prendiamo atto che, dopo la nostra sollecitazione, l’assessore Icardi finalmente incontrerà la rappresentanza dei Sindaci in seno all’Asl T04. A nostro avviso – afferma il consigliere regionale Alberto Avetta – sarebbe stato più utile incontrare gli amministratori della zona interessata che, tramite il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno, avevano fatto alcune proposte. Ma quel che troviamo davvero singolare è che l’assessore, nel rispondere in Aula al mio Question Time sulla mancata riapertura del Pronto soccorso dell’ospedale di Cuorgnè, assolva la Regione da ogni responsabilità. Ad avviso di Icardi la Regione avrebbe adempiuto pienamente ai propri compiti di programmazione: ora la responsabilità della gestione grava sul direttore generale che, come già avvenuto in altre Asl in cui i Pronto soccorso sono stati riaperti, deve trovare la migliore soluzione possibile”.

Parla con estrema franchezza il consigliere del Partito democratico Avetta: “In tutta onestà, in due mesi non vediamo cosa avrebbe potuto fare di più e meglio in soli due mesi il neodirettore che, lo ricordiamo, a maggio lavorava ancora in quel di Monza ed è il terzo direttore che, per scelta dell’Assessore Icardi, si succede nell’arco di 3 anni. Come sa chiunque abbia un minimo di esperienza amministrativa, questi avvicendamenti così ravvicinati non migliorano di certo l’efficienza dell’Asl T04. Non è a Scarpetta, oggi, che si può chiedere di risolvere il problema della carenza di personale, mentre forse potremmo chiedere alla Regione Piemonte di fare qualche assunzione in più, laddove si verificano criticità come quelle di Cuorgnè. Vogliamo sperare che dall’incontro tra Icardi e i Sindaci possa scaturire qualche buona notizia”.

18/09/2021 

Cronaca

Chivasso: muore a 30 anni durante un intervento di fecondazione assistita. Voleva diventare mamma

È morta a trent’anni appena compiuti nel tentativo di avere un figlio con la fecondazione assistita. […]

leggi tutto...

18/09/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 237 nuovi contagi e quattro decessi. Migliora la situazione negli ospedali

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 237 nuovi […]

leggi tutto...

18/09/2021 

Eventi

Chivasso: a Zagatti il Nocciolino d’oro. A Pecco Bagnaia quello d’ Tola e alla Ventura quello di Diamante

È giunta alla 25ma edizione la “Festa dei Nocciolini” di Chivasso che avrà luogo da venerdì […]

leggi tutto...

18/09/2021 

Sanità

Campagna anti Covid in Piemonte: ai grandi eventi vaccino e tampone gratuito per il Green Pass

Nuova iniziativa della Regione Piemonte per favorire la vaccinazione: i cittadini con domicilio sanitario sul territorio […]

leggi tutto...

18/09/2021 

Cronaca

Fausto Desalu, il campione olimpico della 4×100 di Tokio ha scelto Ceresole per trascorrere le vacanze

Il campione olimpico della 4×100 di Tokio ha scelto Ceresole per concedersi qualche giorno di vacanza […]

leggi tutto...

17/09/2021 

Sanità

Effetto Green Pass: raddoppiate le adesioni. Oggi, 17 settembre, sono state oltre 4mila

Sono raddoppiate in Piemonte le adesioni quotidiane alla vaccinazione dopo l’estensione dell’uso del Green Pass. Oggi, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy