12/12/2017

Cronaca

Caselle, il Consiglio di Stato cancella la sentenza del Tar: “Esposito non commise nessun abuso”

Caselle

/
CONDIVIDI

L’accusa non era di poco conto: falsificazione di documenti edilizi relativi alla costruzione di 21 appartamenti. Un presunto abuso edilizio, insomma, del quale era stato accusato da un cittadino casellese, il testimone di giustizia Mauro Esposito, il noto professionista che denunciò le infiltrazioni malavitose nella Bassa Val di Susa e che adesso è il super perito della procura di Torino, incaricato di indagare sui tragici fatti accaduti lo scorso 3 giugno in piazza San Carlo durante la finale di Champions Juventus-Barcellona.

La vicenda risale al 27 luglio di quest’anno. Il tribunale amministrativo regionale aveva accolto l’esposto di un cittadino di Caselle, lo stesso comune dove Esposito lavora e abita, e aveva inviato alla procura della Repubblica di Torino la sentenza emessa nella quale si ravvisava una presunta colpevolezza del denunciato in ordine ai fatti esposti. Il Consiglio di Stato, chiamato a esprimersi sulla vicenda, ha annullato definitivamente la sentenza del Tar. Su quella denuncia cala quindi una pietra tombale che certifica l’innocenza di un uomo che ha combattuto la mafia fino a rovinare la sua esistenza, la sua redditizia professione e mettendo a rischio la propria vita e quella della propria famiglia.

Per la giustizia Mauro Esposito non ha commesso alcun abuso edilizio. La sentenza blocca, in qualche modo, la macchina del fango che si era già messa in moto per cercare di sporcare ancora una volta la figura di un uomo che ha pagato un prezzo carissimo per condurre la sua iniziale solitaria battaglia contro le cosche della ‘ndrangheta. Il Consiglio di Stato nell’annullare la sentenza del Tar piemontese ha riconosciuto che l’accusa non era fondata.

Tanto basta togliere quel velo di opacità che si voleva far cadere sulla dignità e la figura professionale del casellese Mauro Esposito che così commenta la sentenza: “Io ho un solo volto: quello della legalità”.

Dov'è successo?

20/09/2021 

Cronaca

Rivarolo Canavese: i vigili del fuoco hanno domato l’incendio alla cascina Mellano. Ingenti i danni

Sono terminate nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì 20 settembre, le operazioni di messa in sicurezza […]

leggi tutto...

20/09/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 135 nuovi contagi e due decessi. I pazienti guariti rispetto a ieri sono 173

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI Alle 16,00 di oggi, lunedì 20 settembre, l’Unità di Crisi della Regione […]

leggi tutto...

20/09/2021 

Cronaca

San Francesco al Campo: la Fanfara alpina della “Taurinense” per i 25 anni del “Velodromo Francone”

In questi giorni il Velodromo Francone di San Francesco al Campo compie 25 anni. Era esattamente […]

leggi tutto...

20/09/2021 

Cronaca

Incendio a Favria: vanno a fuoco gli spogliatoi del campo di calcio a 5. Indagano i carabinieri

I carabinieri della stazione di Agliè stanno indagando per fare chiarezza sulle cause che hanno innescato […]

leggi tutto...

20/09/2021 

Cronaca

Sito di scorie nucleari, sindaci e Città Metropolitana chiedono più chiarezza alla Sogin

Se Sogin spa non rispettasse le indicazioni sulla trasparenza del procedimento di localizzazione del deposito unico […]

leggi tutto...

20/09/2021 

Cronaca

Rivarolo: a fuoco la cascina Mellano in borgata Vittoria. Distrutto un fienile. Vigili del fuoco al lavoro

Furioso incendio a Rivarolo Canavese in borgata Vittoria al confine con il comune di Bosconero. Il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy