29/12/2015

Cronaca

Pratiglione, un paese distrutto dal dolore per la tragica morte di Michela Turigliatto

Pratiglione

/
CONDIVIDI

Ventitrè anni. Poco più di un adolescente. Una ragazza nel fiore della vita. Ventitrè anni. Troppo pochi per morire senza un perché. Pratiglione, poco meno di seicento abitanti, è un piccolo paese abbarbicato sulla collina che sovrasta gran parte dell’Alto Canavese che in questi giorni sembra aver perso un pezzo di cuore. E’ quello che si è portato con sé Michela Turigliatto nel momento in cui, nella notte tra sabato e domenica scorsi, al ritorno da una festa trascorsa ad Ivrea con amici, giunta al ponte Preti lungo la Pedemontana nei pressi di Strambinello, ha parcheggiato l’auto sul ciglio della strada e ha deciso di lanciarsi nel vuoto da un’altezza di alcune decine di metri.

Un gesto che è rimasto senza spiegazioni. La famiglia non si dà pace. Un intero paese non si dà pace. Michela era conosciutissima e benvoluta da tutti, così come conosciutissimo e stimato è il padre Mauro Turigliatto, capogruppo di maggioranza in consiglio comunale del paese che fa parte della Val Gallenca e presidente della locale Pro loco. In queste assolate e anomale giornate di fine dicembre, la festa si è trasformata in tragedia. Nessun vuol credere che Michela abbia deciso di porre fine alla sua giovane vita in questo modo. Tutti la ricordano come una ragazza solare, sorridente, piena di vita. Una ragazza che amava stare in compagnia e che di amici che le volevano bene ne aveva tanti.

La famiglia si è richiusa in un comprensibile e rigoroso riserbo. Quanto sia grande il dolore che strazia in queste ore i suoi famigliari lo si evince dal post pubblicato di Facebook con il quale il padre di Michela, Mauro, ha avvertito gli amici che questa sera nella chiesa parrocchiale sarebbe stato recitato il Santo Rosario e che i funerali sarebbero stati celebrati domani alle 15,00 sempre nella chiesa parrocchiale di Pratiglione.

Attorno alla mamma, al padre, al fratello Fabrizio, alla nonna Ermanna, si sono stretti in tanti, con discrezione ma con un’intensa e dolorosa commozione. Il corteo funebre partirà, con mezzi propri, dalla casa paterna in frazione Santi 15 alle 14,30. Domani sarà il giorno dell’addio a Michela. Ma il suo ricordo rimarrà indelebilmente impresso nel cuori di quanti l’hanno conosciuta e amata e che, pur non rassegnandosi, rispettano la sua scelta.

Dov'è successo?

23/10/2020 

Sport

Domenica 25 la “Mandriacurta”, camminata di 15 km nella bella cornice del Parco

E’ stata posticipata a primavera 2021 la seconda edizione della “Mandrialonga” per via dei problemi legati […]

leggi tutto...

23/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte, brusca impennata di contagi: oltre 2 mila nelle ultime 24 ore. 107 i guariti

Oggi, venerdì 23 ottobre alle ore 17,00 l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che […]

leggi tutto...

23/10/2020 

Cronaca

Alluvione: danni per un miliardo di euro ma il governo stanzia solo 15 milioni. L’ira della Lega

I danni provocati dalla scorsa ondata di maltempo in Piemonte ammontano a circa un miliardo di […]

leggi tutto...

23/10/2020 

Cronaca

Ingressi contingentati al cimitero di Volpiano per la commemorazione dei defunti

Nei giorni dedicati alla commemorazione dei defunti, il Comune di Volpiano ha predisposto un piano di […]

leggi tutto...

23/10/2020 

Cronaca

Emergenza Coronavirus: il Piemonte verso il coprifuoco. Divieto di uscita dalle 23 alle 5

Il Piemonte va verso la direzione del coprifuoco. Una misura che, se sarà adottata, dovrebbe servire […]

leggi tutto...

23/10/2020 

Cronaca

Busano in ansia per le condizioni di salute del vicesindaco, vittima di un incidente sul lavoro

È ricoverato in prognosi riservata al Cto di Torino il 71enne Leonardo Corbo, vicesindaco di Busano […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy