29/08/2021

Sanità

Torino: sospesi dal servizio sei medici “No vax”. L’ordine: “Cambiate lavoro se non volete il vaccino”

CONDIVIDI

Sono al momento sei i medici piemontesi non vaccinati sospesi dal servizio per inosservanza dell’obbligo vaccinale. E con la sospensione dal lavoro scatta anche quella dello stipendio. I primi medici “No vax” sospesi sono dipendenti di un’azienda sanitaria di Torino, ma ben presto le indicazioni fornite dall’Unità di crisi saranno recepite da tutte le Asl regionali. Va precisato che le aziende sanitarie hanno la facoltà, ove sarà possibile, di ricollocare in altre mansioni gli operatori sanitari che hanno deciso di non sottoporsi alla vaccinazione. L’Ordine dei medici e odontoiatri di Torino ha assunto il provvedimento dopo gli accertamenti compiuti nei giorni scorsi.

“La legge prevede che tutta la parte di accertamento dell’inosservanza sia svolta dall’Asl di residenza e poi trasmessa all’interessato, al datore di lavoro e all’Ordine a cui è iscritto il professionista – si legge in una nota pubblicata sul sito web dell’Ordine -.  L’adozione dell’atto di accertamento determina la sospensione dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio da SARS-CoV-2.

Il precetto cautelare della sospensione discende dunque direttamente dalla legge che attribuisce all’Ordine un mero potere ricognitivo ai fini dell’aggiornamento degli albi, senza alcun margine di discrezionalità.

“Il rifiuto di vaccinarsi da parte di questi colleghi va contro, oltre che alle evidenze scientifiche, a diversi principi e precetti del nostro codice deontologico, che pone il medico in posizione di garanzia nei confronti dei cittadini che a lui si rivolgono – precisa il presidente dell’Ordine Guido Giustetto -. È paradossale che proprio un medico possa diventare fonte di malattia per i suoi pazienti. Vi è il diritto di non vaccinarsi? Bene, allora questi colleghi si tolgano il camice e cambino lavoro”.

26/09/2022 

Politica

Alessandro Giglio Vigna unico parlamentare eletto in Canavese. “Chiediamo al territorio di fare squadra”

La Lega è l’unico partito ad aver eletto con una candidatura blindata un parlamentare in Canavese. […]

leggi tutto...

26/09/2022 

Sport

Chivasso: “Trail delle Colline”, una corsa per sostenere la lotta della Lilt contro i Tumori al seno

Una collaborazione consolidata tra due realtà molto attive sul territorio: in estrema sintesi, è questo il […]

leggi tutto...

26/09/2022 

Politica

Elezioni: “Ciclone Meloni” nei collegi piemontesi. Il centrodestra vince 13 a 2 sul centrosinistra

Il centrodestra ha “sfondato” in Piemonte grazie al successo riscosso da Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni […]

leggi tutto...

26/09/2022 

Cronaca

Cuorgnè: vietato dare da mangiare ai piccioni. Multe, per chi trasgredisce, fino a 500 euro

Chi dà da mangiare ai piccioni in città rischia di mettere mano al portafoglio e di […]

leggi tutto...

26/09/2022 

Cronaca

Previsioni del tempo: tra sole e cieli nuvolosi il primo freddo autunnale inizia a farsi sentire

Queste le previsioni del tempo per martedì 27 settembre, elaborate dal centrometeoitaliano.it AL NORD Al mattino […]

leggi tutto...

26/09/2022 

Politica

Ivrea roccaforte del Pd. Chivasso, Rivarolo, Cuorgnè, Castellamonte e Ciriè vanno al centrodestra

Il centrodestra questa volta ha sbancato, sbaragliando nettamente la coalizione di centrosinistra e il Terzo Polo. […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy