16/01/2023

Sanità

Ospedale di Ivrea: a rilento i lavori di ammodernamento. Il sindacato annuncia battaglia

Ivrea

/
CONDIVIDI

I paventati lavori di ammodernamento dell’ospedale di Ivrea vanno estremamente a rilento o sono fermi. Sul tema interviene Giuseppe Summa, segretario territoriale del Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche. “Mentre si resta in attesa di conoscere gli sviluppi sul nuovo ospedale di Ivrea, tutto sembra essere fermo per quanto concerne quello esistente – dichiara -. Della risonanza magnetica, ad esempio, non abbiamo notizie certe. Come sindacato avevamo già sottolineato la necessità di ritirare quella delibera e di procedere con l’acquisto diretto stante la possibilità di avere personale interno, ma mentre si trovano i soldi per gli ospedali torinesi, per quelli periferici che restano dimenticati dalla politica, sembra essere sempre più complesso. I tempi di realizzazione dei lavori per avere la risonanza a Ivrea non sono certo brevi, ed è per questo che vogliamo comprendere meglio la situazione, visto che riteniamo ormai anacronistico un ospedale senza risonanza”.

Il prossimo lunedì 23 gennaio lunedì avrà luogo un incontro sul piano triennale assunzioni e il Nursind annuncia che chiederà che il personale per la risonanza venga inserito all’interno del calcolo, nonostante il taglio di quasi 1 milione di euro fatto dalla Regione Piemonte”.

Ma non è solo la questione Risonanza a far preoccupare il sindacato: “Si era parlato anche di Pet e la possibilità di acquistarla con finanziamenti del Pnrr, ma ad oggi tutto sembra rimasto fermo, nonostante Ivrea rappresenti un punto di riferimento oncologico – aggiunge Giuseppe Summa -. Invece i lavori Arcuri, se pur non fermi proseguono comunque a rilento.
Per la nuova rianimazione si era parlato di una fine dei lavori per lo scorso autunno, ma ad oggi sono ancora in corso. Ancora più preoccupanti, sono invece i lavori del pronto soccorso pulito che sembrano totalmente fermi e che stanno creando non pochi disagi logistici alla parte ambulatoriale e all’oncologia”.

Inoltre, proprio in questi giorni, il Nursind ha inviato una lettera alla Direzione in merito alla necessità di ristrutturare la Medicina di Ivrea, che al momento per carenza di spazi e personale ha meno posti letto e pertanto si potrebbe sfruttare questo momento per procedere con i lavori promessi dal Direttore Ardissone già nel lontano 2018.

Lavori ormai improcrastinabili, se si tiene conto delle attuali condizioni strutturali del reparto che risultano anacronistiche e non rispondenti ai nuovi progetti di umanizzazione. Una nota positiva comunque c’è secondo il sindacato. A breve, infatti dovrebbero partire i lavori di ristrutturazione della Dialisi che verrà trasferita temporaneamente e in parte a Castellamonte.

“Come sindacato- conclude Summa- non resteremo di certo a guardare e chiediamo alla politica una chiara presa di posizione sul futuro del nosocomio di Ivrea”.

28/01/2023 

Cronaca

Castellamonte: 60enne finisce nelle gelide acque del canale. Salvato dai Vigili del fuoco

Castellamonte: 60enne finisce nelle gelide acque del canale. Salvato dai Vigili del fuoco E’ stato salvato […]

leggi tutto...

28/01/2023 

Sanità

Sanità in Piemonte: a Ivrea un convegno sulla diagnostica per sostenere la medicina di prossimità

Sanità in Piemonte: a Ivrea un convegno sulla diagnostica per sostenere la medicina di prossimità La […]

leggi tutto...

28/01/2023 

Economia

Digitalizzazione dei servizi: finanziamento di oltre centomila euro dal Pnrr al Comune di Chivasso

Entro quest’anno sarà estesa a tutti i servizi comunali la piattaforma di pagamenti elettronici PagoPA grazie […]

leggi tutto...

28/01/2023 

Cronaca

Cuorgnè: prosegue l’attività lo Sportello di ascolto e consulenza per anziani e disabili a Villa Filanda

Prosegue il servizio di sportello di ascolto e supporto promosso dal progetto “Reti di prossimità” rivolto […]

leggi tutto...

27/01/2023 

Cronaca

“Vauda, tagliare i confini del parco indebolisce il controllo dei cinghiali”. L’allarme della Coldiretti

“Vauda, tagliare i confini del parco indebolisce il controllo dei cinghiali”. L’allarme della Coldiretti Un possibile […]

leggi tutto...

27/01/2023 

Cronaca

San Giusto Canavese: furto nella notte in una villetta. I ladri si danno alla fuga con la cassaforte

San Giusto Canavese: furto nella notte in una villetta. I ladri si danno alla fuga con […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy