24/02/2016

Cronaca

Oltre mille persone hanno accompagnato la povera Gloria Rosboch nel suo ultimo viaggio terreno

Castellamonte

/
CONDIVIDI

Da questo pomeriggio Gloria Rosboch, 49 anni, di Castellamonte, barbaramente uccisa da una mano che credeva amica, può finalmente riposare in pace nel cimitero di Castellamonte. I riflettori si sono spenti e le troupe televisive presto lasceranno, dopo oltre due settimane, Castellamonte. I cronisti continueranno a seguire le vicende giudiziarie di Gabriele Defilippi, della madre Caterina Abbatista e dell’amico e presunto complice di Gabriele Roberto Obert di Forno Canavese. La chiesa dei Santissimi Pietro e Paolo è riuscita a contenere soltanto una piccola parte dell’immensa folla che ha partecipato ai funerali di Gloria Rosboch, ritrovata cadavere in pozzo di decantazione dell’ex discarica di Rivara.

Oltre mille persone hanno pregato e ascoltato l’omelia dell’arciprete di Castellamonte Don Angelo Bianchi dagli altoparlanti collocati sulla facciata della chiesa parrocchiale. Prima di benedire il feretro contenente le povere spoglie di Gloria, quelle spoglie calpestate, brutalizzate, Don Angelo Bianchi ha pronunciato parole durissime, pesanti come macigni. Nella prima fila dolenti e assistiti da parenti amici erano seduti i genitori di Gloria, la madre Marisa e il padre Ettore, che nonostante cammini con le stampelle, ha voluto accompagnare la figlia nell’ultimo viaggio terreno. Castellamonte si è scoperta vulnerabile: dal 13 gennaio scorso si è resa conto, con non poco smarrimento che i lupi si travestono da agnelli per colpire gl’innocenti anche nelle piccole comunità, in quelle piccole città dove tutti si conoscono, dove il pettegolezzo si diffonde in poche ore, ma dove si nascondono anche “predatori” senza umanità, pronti a tutto, per quattro soldi.

Il sindaco di Castellamonte Paolo Mascheroni ha proclamato il lutto cittadino. L’ultimo tributo a una donna vittima dell’inganno e che per riavere i suoi soldi ha invece perso la vita. “L’esistenza di Gloria è stata spazzata via da una violenza inaudita che ha armato una mano omicida, una mano determinata a raggiungere i propri scopi a qualsiasi costo, anche spegnendo la vita di una donna”. Il parroco non ha mai nominato i presunti responsabili della morte di Gloria Rosboch, ma si è chiesto attonito: “Come si può uccidere? Solo un criminale, un pericoloso folle, può compiere un tale gesto. Un folle che deve essere fermato perché le sue mani omicide non possano distruggere altre vite”. Il sacerdote ha posto l’accento sulla crisi di valori che investono la famiglia e l’educazione e ha invitato gli anziani genitori di Gloria a perdonare perché il risentimento e l’odio “divorano. Perdonate per Gloria che oggi è nel regno dei cieli”. La giustizia intanto fa il suo corso; ma queste saranno le cronache di domani. Questa è una serata dedicata alla preghiera e alla riflessione.

Dov'è successo?

26/07/2021 

Cronaca

Ivrea: i ricoverati Covid diminuiscono e i parcheggi dell’ospedale tornano ad essere a pagamento

Da oggi, lunedì 26 luglio, i parcheggi di piazza della Credenza e di via del Paione, […]

leggi tutto...

26/07/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 59 nuovi contagi ma nessun decesso. Tre i ricoverati in terapia intensiva

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, lunedì 26 luglio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

26/07/2021 

Sanità

Riorganizzata la Rete oncologica di Piemonte e Valle d’Aosta. Sono 230mila i malati di tumore

Cambia l’assetto organizzativo della Rete oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta: il nuovo modello, evoluzione […]

leggi tutto...

26/07/2021 

Cronaca

Caselle: aereo danneggiato da una violenta grandinata dopo il decollo. Momenti di terrore per 200 passeggeri

Attimi di paura nella serata di ieri, domenica 25 luglio a bordo del volo partito alle […]

leggi tutto...

26/07/2021 

Cronaca

Montalenghe: schianto sulla Torino-Aosta. Auto semidistrutta. Contusi conducente e passeggeri

Stava viaggiando a bordo di un’Audi Q7 in direzione di Torino, quando per cause ancora in […]

leggi tutto...

26/07/2021 

Cronaca

L’Arpa regionale lancia l’allerta meteo: ancora temporali e grandinate in Piemonte e in Canavese

Stando alle previsioni del tempo elaborate dall’Arpa Piemonte il maltempo continuerà a interessare tutto il territorio […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy