02/03/2022

Cronaca

Nelle città italiane esplode la mania dei monopattini. Ma all’assicurazione chi ci pensa?

CONDIVIDI

La mobilità sostenibile è un fenomeno in costante crescita. Le strade non solo delle grandi città ma anche dei piccoli centri urbani di provincia sono sempre più terra di monopattini, segway, monowheel, hoverboard, bici o e-bike, con cui gli automobilisti si trovano a doverci convivere. L’ultima riforma del Codice della Strada ha dettato nuove regole per utilizzatori dei monopattini, ad esempio vietando di procedere contromano e di circolare e sostare sui marciapiedi, ha dettato limiti di velocità ma nulla ha disciplinato per quanto riguarda l’obbligo di assicurazione della responsabilità civile.
Le insidie che si celano dietro queste nuove forme di mobilità sono molteplici sia per il conducente del monopattino che per gli altri utenti della strada. Basta vedere l’elevato numero di sinistri con conseguenze anche gravi che ha visto coinvolti negli ultimi anni gli utilizzatori di questi dispositivi.

Quindi cosa succede se incautamente un monopattino urta un pedone, danneggia un veicolo in sosta o provoca un sinistro stradale?

Per il malcapitato pedone o automobilista ottenere il risarcimento del danno subito diventa assai arduo e può venirgli in aiuto solo la sua polizza di tutela legale sia essa legata alla circolazione del mezzo o alla propria persona potendo contare su avvocati specializzati che lo aiutano per far valere i propri diritti senza dover pagare onerose parcelle. Ad oggi l’obbligo di assicurazione è valido solo per i monopattini presi a noleggio.

Infatti, i Comuni che si sono organizzati per il noleggio in condivisione, sia che gestiscano direttamente il servizio o lo affidino a ditte specializzate, devono prevedere l’obbligo di copertura assicurativa per l’espletamento del servizio stesso, quindi la copertura è sempre garantita.
Tuttavia, anche se per i privati proprietari dei monopattini ad oggi non vige nessun obbligo assicurativo è una scelta coscienziosa per chi ha deciso di utilizzarli quotidianamente per districarsi nella giungla cittadina stipulare un’assicurazione per la responsabilità civile per tutelare il proprio patrimonio da eventuali esborsi di denaro a fronte di richieste di risarcimento.
E se è importate tutelare il proprio patrimonio lo è ancora di più tutelare la propria persona con una polizza infortuni in quanto le lesioni subite in caso di sinistro possono essere molto gravi e compromettere pesantemente la vita privata e professionale.

Anche se non lo impone la legge deve essere il senso civico di ciascuno cittadino a spingerlo a tutelare sé stesso e gli altri perché solo così si potrà vivere al meglio le opportunità che le nuove frontiere della mobilità sostenibile offrono.

 

12/08/2022 

Cronaca

Borgaro: due auto si scontrano nei pressi del supermercato. Due i feriti in ospedale a Rivoli

Due auto danneggiate e due feriti in ospedale: è il bilancio di un incidente stradale che […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

L’Uncem: “cinghiali, in Canavese serve un serio piano di abbattimento”. Gli agricoltori sono esasperati

“Serve un piano di abbattimenti dei cinghiali serio, chiaro a tutti, senza troppi passaggi burocratici, senza […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

Piemonte e Canavese: aperte le candidature per il bando del Servizio civile digitale. Ecco tutte le info

Scade il PROSSIMO 30 settembre la possibilità di partecipare al nuovo bando del Servizio civile digitale. […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

Quagliuzzo: il 13 agosto l’ultimo, straziante addio a Carmen Scivetti, la 15enne coinvolta in un incidente

È morta martedì 9 agosto a 15 anni, in una stanza dell’ospedale Cto dove era stata […]

leggi tutto...

12/08/2022 

Cronaca

Monteu da Po: i lupi sbranano una mucca in un allevamento. L’allarme della Cia Agricoltori

“Ormai i lupi non si fermano più nemmeno davanti alle stalle e aggrediscono le prede senza […]

leggi tutto...

11/08/2022 

Cronaca

Castellamonte: batteri nell’acqua del rubinetto. Obbligatoria la bollitura prima di consumarla

A fornire l’ufficialità della notizia è stata una comunicazione giunta in Comune dall’Asl T04: l’acqua della […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy