25/04/2017

Cronaca

Morti sospette per cancro alla Pirelli: alla sbarra una decina di dirigenti dell’azienda

Settimo Torinese

/
CONDIVIDI

Sono morti sospette. Decine, se non centinaia. E, stando a quanto sostiene la procura della Repubblica, sarebbero state provocate all’esposizione degli operai ai fumi della lavorazione dei pneumatici nello stabilimento Pirelli di Settimo Torinese a partire dagli anni Cinquanta in poi. L’udienza preliminare del quinto processo alla Pirelli è iniziato nei giorni scorsi in tribunale a Torino e vede alla sbarra una decina di alti dirigenti della società indagati dalla procura della Repubblica preso il tribunale di Torino e protagoniste una trentina di parti lese, per la maggior parte famigliari di ex dipendenti deceduti o ammalatisi a causa di carcinomi alla vescica o ai polmoni.

Nella scorsa udienza gli avvocati che rappresentano e assistono le famiglie dei lavoratori deceduti o ammalati hanno chiesti di potersi costituire parte civile. Sarà nella prossima udienza che il Gup (il Giudice dell’Udienza Preliminare) si pronuncerà in merito. Il processo è scaturito da una maxi-indagine compiuta dal pubblico ministero Sabrina Noce relativo alle condizioni ambientali nelle quali i dipendenti Pirelli lavoravano.

Senza l’adozione delle necessarie misure precauzionali, sostiene la pubblica accusa, l’aver respirato i fumi causati dalla lavorazione della gomma e l’esposizione all’amianto, al talco e a sostanze radioattive nei reparti mescola e negli altiforni e nel reparto cerchietti e coperture avrebbe provocato in molti addetti alla produzione degli pneumatici insorgenza di patologie incurabili come il mesotelioma pleurico, tumori all’apparato respiratorio, linfomi e carcinomi alla vescica.

L’inchiesta giudiziaria si riferisce al periodo in cui lo stabilimento settimese non era stato rinnovato. Di recente è stato del tutto ristrutturato e più sicuro. Il processo entrerà nel vivo nelle prossime settimane.

Dov'è successo?

14/06/2021 

Sport

Volpiano, inaugurati i nuovi campi da calcio in erba sintetica. Il sindaco: “Investiamo nello Sport”

Il nuovo campo in erba sintetica “Bertolotti”, a Volpiano, è stato inaugurato domenica 13 giugno prima […]

leggi tutto...

14/06/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 87 nuovi casi positivi e nessun decesso. Sono 148 i pazienti guariti rispetto a ieri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 18,00 di oggi, lunedì 14 giugno, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

14/06/2021 

Cronaca

Incidente mortale sulla “Pedemontana” a Samone. Esce di strada con il furgone e muore

Drammatico incidente stradale nel pomeriggio di oggi, lunedì 14 giugno, intorno alle 15,00 sulla strada statale […]

leggi tutto...

14/06/2021 

Cronaca

L’Inner Wheel Cuorgnè e Canavese dona “L’albero dell’amicizia” al Comune di Rivarolo Canavese

In occasione di una importante valenza istituzionale quale il 25° anniversario del Consiglio Nazionale, l’Inner Wheel […]

leggi tutto...

14/06/2021 

Economia

Italvolt a Scarmagno. In gioco ci sono 4mila posti di lavoro. Confindustria si appella al Governo

Nelle ultime settimane il Governo italiano sta spingendo sull’acceleratore del comparto batterie, oggi ormai considerato indispensabile […]

leggi tutto...

14/06/2021 

Cronaca

San Benigno: incidente stradale nella notte. Auto finisce fuori strada. Tre ragazzi feriti in ospedale

Tre feriti e un’auto semidistrutta: è il drammatico bilancio di un incidente stradale che ha avuto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy