24/03/2016

Cronaca

Mercenasco: fermati due romeni e un moldavo per furto, ricettazione e possesso di grimaldelli

Mercenasco

/
CONDIVIDI

Arriva la Pasqua e i carabinieri della Compagnia di Ivrea intensificano i controlli finalizzati al contrasto della criminalità. Un’attività capillare che sta facendo risultare i primi risultati positivi. I carabinieri della stazione di Strambino hanno fermato l’altro giorno un romeni di 57 anni, ufficialmente disoccupato che, in pieno giorno si aggirava per le vie di Mercenasco a bordo di una Lancia Ypsilon in compagnia di un altro romeno e di un moldavo.

Irimita Constantin, questo è il nome, è stato fermato perchè i suoi continui spostamenti nelle vie del paese avevano suscitato più di un sospetto. Dai controlli effettuati dai militari è risultato che l’auto era stata rubata nella notte tra il 22 e il 23 gennaio scorsi a Torino. In seguito ad un’accurata perquisizione nell’automezzo sono stati trovati guanti da lavoro e scalpello. Il conducente è ritenuto autore del furto della macchina e, dopo essere stato accompagnato nella caserma di Strambino, gli uomini dell’Arma hanno eseguito alcuni accertamenti. L’uomo è stato sottoposto a fermo giudiziario. Il Gip di Ivrea ha convalidato il fermo e per il romeno, che aveva fornito ai carabinieri false generalità, si soino spalancate le porte del carcere di Ivrea.

Nei suoi confronti è scattata anche una denuncia per false attestazioni a pubblico ufficiale, possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli e guida senza patente. I suoi due compagni, V.T. di 45 anni e I.M. di 32 anni, entrambi disoccupati sono risultati già noti alle forze dell’ordine, sono stati denunciati alla procura eporediese per ricettazione. L’auto rubata è stata restituita al legittimo proprietario che aveva, a suo tempo, sporto denuncia. L’attività di controllo dei carabinieri proseguono senza soste su tutto il territorio alto-canavesano.

Dov'è successo?

11/04/2021 

Cronaca

Rivarolo, il sindaco Rostagno: “Il padre non aveva più fatto seguire dal Ciss 38 il figlio disabile”

È visibilmente provato il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno. Questa mattina, alle 7,00, si è recato […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Omicidio a Rivarolo: procura e carabinieri indagano a tutto campo. La città sconvolta, si interroga

Nella mattina uggiosa di oggi, domenica 11 aprile, Rivarolo si è svegliata nella morsa di un […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Sanità

Emergenza Coronavirus: due nuovi centri vaccinali anti-Covid a Volpiano e San Benigno Canavese

Sabato 10 aprile a Volpiano sono entrati in funzione due centri vaccinali locali, nella sala polivalente […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Notte di sangue a Rivarolo: uccide la moglie, il figlio disabile e i padroni di casa. Poi tenta il suicidio

  Notte di sangue a Rivarolo: un pensionato di 83 anni ha ucciso il figlio disabile, […]

leggi tutto...

10/04/2021 

Sanità

Covid: da lunedì 12 aprile la provincia di Torino tornerà in zona arancione. Riaprono i negozi e scuole

Gli esperti e gli epidemiologi dell’Unità di crisi della Regione Piemonte, convocati per le 13,00 di […]

leggi tutto...

10/04/2021 

Sanità

Leinì, alla Cittadella dello Sport il nuovo Centro vaccinale. L’Asl accoglie la proposta del Comune

Il Commissario dell’Asl T04, Luigi Vercellino, ha comunicato alla Conferenza dei sindaci canavesani la nuova ubicazione […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy