22/01/2020

Cronaca

Lotta al pellet non a norma: istituita una task force fra Regione, Arpa e carabinieri del Nucleo forestale

CONDIVIDI

Una task force con 10 squadre in campo per passare al setaccio i materiali combustibili in vendita utilizzati per il riscaldamento, individuare ed eliminare dal mercato il pellet non a norma e di scarsa qualità, fonte di inquinamento atmosferico. È attiva da oggi grazie a una sinergia fra Regione Piemonte, Arpa e Carabinieri del Nucleo forestale, protagonisti di una operazione congiunta, presentata in conferenza stampa a Torino dagli assessori regionali all’Ambiente Matteo Marnati e allo Sviluppo della montagna, Fabio Carosso.
La combustione di pellet di scarsa qualità o illegale può portare ad un aumento delle emissioni di PM10 e di Ossidi di azoto fino al 50% superiori rispetto alla combustione di materiali apparentemente identici ma di fascia più alta. Sono questi i motivi dell’operazione congiunta tra tecnici dell’Arpa e Carabinieri del Nucleo Forestale per intensificare l’attività di controllo e campionamento del pellet destinato al riscaldamento.

I controlli vengono effettuati solo presso i rivenditori. Pertanto, nessun privato riceverà a casa visite inaspettate da parte dei carabinieri o dei tecnici di Arpa. L’Agenzia regionale per l’ambiente nel frattempo ha completato il primo ciclo di controlli su caldaie e impianti termici, terminati il 31 dicembre 2019: su 144 apparati ispezionati in Piemonte, 47 nella provincia di Torino – per un numero complessivo di circa 3000 unità abitative in tutta la regione di cui 1100 nel territorio della Città Metropolitana di Torino – quasi la metà, circa 700, sono risultati non in regola per superamenti di emissioni di ossidi di azoto, mancata manutenzione ed errata o mancata contabilizzazione del calore. La sanzione è di circa 1.000 euro ciascuno.

“Fino ad oggi è stato sottovalutato l’impatto delle emissioni da riscaldamento sulla qualità dell’aria – ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati -. In Piemonte il contributo alle concentrazioni di particolato PM10 del riscaldamento domestico a biomassa legnosa è di circa il 45% nel Comune di Torino e supera il 50% negli altri capoluoghi, e per questa ragione abbiamo deciso di intensificare il monitoraggio sulla qualità dei materiali utilizzati per il riscaldamento”.

Secondo l’Arpa Piemonte, l’inquinamento prodotto da una caldaia domestica a pellet dipende sia dalla qualità del combustibile che dalle caratteristiche dell’impianto. “Quindici siti da oggi sono sotto controllo con 10 squadre in campo per la verifica e il sequestro del pellet – ha spiegato il Comandante Regione Carabinieri Forestali Piemonte, Benito Castiglia – L’obiettivo è fare campionamenti e controlli per la non rispondenza del prodotto, provenienza legale del prodotto finalizzato a contrastare il commercio illegale del legno e poi la frode commerciale. Un elemento fondamentale è il prelievo dei campioni a cui seguirà il riscontro analitico con Arpa”.

L’assessore allo Sviluppo della montagna Fabio Carosso è intervenuto a conclusione della conferenza: “La Regione è attenta all’ambiente e si sta concentrando sullo sviluppo di sinergie con Arpa e Carabinieri per il monitoraggio di questi materiali”.

09/08/2022 

Cronaca

È deceduta al Cto di Torino la 15enne di Strambinello vittima di un incidente sulla Pedemontana

Alla fine, il suo fisico non ha retto agli effetti dei traumi riportati e il suo […]

leggi tutto...

09/08/2022 

Cronaca

Ferrovie, Avetta (Pd): “Esistono alternative all’ampliamento del tunnel di Ivrea”

“Quando si fa squadra e si lavora insieme per l’interesse del territorio, a prescindere dalle appartenenze […]

leggi tutto...

09/08/2022 

Cultura

Torna il concorso internazionale “Fotografare il Parco”. Tra gli altri c’è anche il “Gran Paradiso”

Ritorna il concorso internazionale “Fotografare il Parco”, evento organizzato dai Parchi Nazionali italiani Stelvio, Gran Paradiso, […]

leggi tutto...

09/08/2022 

Cronaca

Chivasso: arriva la fibra ottica super veloce della Tim. Circa 2,6 milioni l’investimento stimato

Tim, attraverso FiberCop, la società infrastrutturale del Gruppo, realizzerà a Chivasso un innovativo piano di cablaggio […]

leggi tutto...

09/08/2022 

Cronaca

Ceresole: per i cento anni del “Gran Paradiso”, grandioso spettacolo di luci sull’acqua

Venerdì 12 agosto 2022, alle ore 21.30, si terrà a Ceresole Reale, in località Pian della […]

leggi tutto...

09/08/2022 

Cronaca

Previsioni del tempo: instabilità nella giornata di domani mercoledì 10. Piogge in serata

Ecco le previsioni del tempo per mercoledì 10 agosto, elaborate dal centrometeoitaliano.it AL NORD Al mattino […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy