11/11/2022

Sanità

Le Case di Comunità saranno soppresse? Contraria la Giunta regionale del Piemonte

Torino

/
CONDIVIDI

Alla luce delle recenti dichiarazioni del Ministro della Salute, in tema di assistenza sanitaria territoriale e di prossimità, la Giunta regionale intende rimettere in discussione quanto previsto dal Pnrr per il Piemonte? Questo l’interrogativo che il consigliere Pd, Mauro Salizzoni, ha rivolto, nell’ambito dei question time, all’assessore Luigi Icardi. A preoccupare il consigliere Salizzoni le dichiarazioni del neo ministro Schillaci che, nei giorni scorsi, si è espresso sulle Case della comunità e lo sviluppo dell’Assistenza territoriale, dichiarando che “occorre valutare se le Case di Comunità siano la risposta giusta per il territorio. Non è stata comunque presa nessuna decisione definitiva”.

“Mettere in discussione tutto in un momento in cui sono già state definite le procedure per le gare d’appalto per la realizzazione di Case di Comunità e ospedali – ha dichiarato Icardi – sarebbe inopportuno e imprudente. Certamente tutto è migliorabile. Allo stato attuale la direzione Sanità e Welfare sta procedendo in maniera puntuale sulla strada tracciata dal Pnnr, in particolare dalla Misura 6 del Pnrr e dalla deliberazione del Consiglio regionale dello scorso febbraio sulla realizzazione di Case di comunità, Ospedali di comunità e Centrali operative territoriali. Si sta provvedendo alla contestuale definizione degli atti di programmazione regionale relativi al riordino dell’assistenza territoriale e delle forme organizzative delle cure primarie, coerentemente con il modello tracciato dal Pnrr e successivo Decreto ministeriale del 23 maggio 2022″.

Attraverso i fondi del Pnrr, secondo quanto riferito in ala dall’assessore Icardi, il Piemonte metterà in piedi una rete di 91 case di comunità, 29 ospedali di comunità e 43 centrali operative. Sulla medicina territoriale sarà avviata la realizzazione di tutte le strutture di prossimità, molte già in cantiere.

“Le Case di Comunità, con gli Ospedali di Comunità e le Cot (Centrali Operative Territoriali) – ha detto Salizzoni – sono i tre perni del Pnrr in ambito sanitario, con l’obiettivo di potenziare la medicina territoriale. La pandemia ci ha consegnato due importanti lezioni: che in Piemonte servono urgentemente nuovi e moderni ospedali e che serve una rete di medicina territoriale forte ed efficiente. Sulla medicina territoriale i fondi del Pnrr consentirebbero la realizzazione di una rete di strutture sanitarie in grado di decongestionare gli ospedali e di dare risposte ai bisogni di malati cronici, anziani e non autosufficienti, ma rimetterle in discussione sarebbe scelta veramente irresponsabile”.

26/11/2022 

Cronaca

Covid-19: “Il Piemonte vi dice grazie”. Premiati a Leinì i volontari di coordinamenti piemontesi

Il Palazzetto dello Sport di Leinì ha ospitato nella mattinata di oggi, sabato 26 novembre, “Il […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Caldo anomalo, pochi i tartufi a settembre. Si pensa di spostare più avanti la raccolta

“La raccolta dei tartufi andrebbe spostata più avanti nella stagione, viste le conseguenze del cambiamento climatico […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Venaria piange la scomparsa della “Miss” che amava i gatti. Il sindaco Giulivi: “Mancherà a tutti noi”

In tanti, tantissimi a Venaria Reale, hanno tributato l’estremo saluto a Lella Maldera, 92 anni, deceduta […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Ivrea: i vandali danneggiano durante la notte la biglietteria del Gtt. Indagini in corso

Raid notturno dei vandali a Ivrea. Questa volta oggetto della devastazione è stato l’ufficio biglietteria Gtt […]

leggi tutto...

26/11/2022 

Cronaca

Cascina a fuoco in frazione Sant’Antonio di Castellamonte. Distrutte 350 rotoballe di fieno

Ore di palpabile paura in frazione Sant’Antonio di Castellamonte, per un vasto incendio divampato, intorno alle […]

leggi tutto...

25/11/2022 

Cronaca

Rivarolo Canavese, strage di corso Italia: nuova perizia psichiatrica per il killer Renzo Tarabella

Una nuova perizia psichiatrica su Renzo Tarabella, il pensionato oggi 84enne che il 10 aprile 2021 […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy