06/08/2018

Cronaca

Ivrea: i militanti di Rebel Firm ripuliscono dalle siringhe il ‘Tossic Park’: “L’area torni ai cittadini”

Ivrea

/
CONDIVIDI

Un’opera di pulizia e di sensibilizzazione per restituire alla città di Ivrea uno spazio verde che deve essere frequentato loro dire, dai bambini e dai genitori e non da spacciatori e tossicodipendenti. E così nella serata di giovedì 2 agosto, armati di attrezzatura da giardinaggio, i militanti di “Rebel Firm” si soo recati sotto le storiche mura del castello “dalle rosse torri” con l’intenzione di riquaificare quello spazio.

“La situazione che si è presentata davanti ai nostri occhi è stata di completo degrado, incompatibile con la storia della nostra città: siringhe usate, preservativi, carte stagnole bruciate (utilizzate per fumare crack) ed immondizia varia, il tutto in un posto con un magnifico potenziale” spiegano i componenti di “Rebel Firm”. Il prolema è esploso in tutta la sua evidenza quando l’amministrazione comunale ha deciso ditransennare il piccolo parco che sorge nel cuore della città.

“Condanniamo la scelta dell’amministrazione comunale di chiudere e circoscrivere il ‘Tossic park’: in questa modo si creano ‘free drug zone’, ovvero zone in totale balìa di tossici e spacciatori. Non vi sono, a nostro parere, priorità maggiori rispetto alla lotta a degrado, droghe e tutela dei cittadini”.

E ancora: a giudizio di Rebel Firm: “le zone non vanno abbandonate, ma restituite immediatamente alla cittadinanza. Invitiamo tutti gli eporediesi a frequentare il parchetto, in modo da creare disturbo alla malavita. Ovviamente noi torneremo presto al ‘Tossic park’ , con l’intenzione di allontanare drogati e spacciatori. Ideali per vivere, non droghe per morire”.

Dov'è successo?

19/01/2021 

Cronaca

“Stellantis”: Il Consiglio regionale chiede un confronto con i vertici del Gruppo automobilistico

Un confronto per discutere del futuro dell’auto a Torino: l’ufficio di presidenza del Consiglio regionale chiede […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Sanità

Emergenza Covid in Piemonte: scoperto a Torino il primo caso della temuta “variante inglese”

Primo caso in Piemonte della cosiddetta “variante inglese” del Covid-19: è stato riscontrato in una ragazza […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Cronaca

In manette per evasione una 21enne di Oglianico che si trovava ai domiciliari a Torre Canavese

Nella serata di domenica scorsa i carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno tratto in arresto, in […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Sanità

Covid in Piemonte, scende il numero dei nuovi casi. Oggi 435 contagi, 19 i decessi e 627 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI Alle ore 16,39 di oggi, lunedì 18 gennaio, l’Unità di Crisi della […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Cronaca

Educazione ambientale ed energie alternative. Ecco cosa si studia al liceo “Green” di Rivarolo

L’Istituto “Santissima Annunziata” di Rivarolo Canavese vara per l’anno scolastico 2021/2022 una nuova sperimentazione di didattica […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Cronaca

Covid: il Piemonte zona arancione fino al 31 gennaio. Ecco quello che è possibile fare

Un’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, dispone per il Piemonte la […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy