17/12/2015

Cronaca

Ivrea, giovane campione precipitò dalla parete. Chiesti tre rinvii a giudizio

Ivrea

/
CONDIVIDI

Si sono chiuse oggi le indagini relative alla morte del baby campione di arrampicata eporediese Tito Traversa, che all’epoca della sua morte aveva appena 12 anni. La procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio il legale rappreentante della società di Torino che aveva organizzato l’arrampicata a Orpierre, località dell’Alta Provenza in Francia, l’istruttore e il rappresentante della società produttrice di un componente dell’attrezzatura.

Era il 3 luglio del 2013: Tito possedeva un talento naturale per il free-climbing e per quella ragione, dopo aver conseguito, nonostante la sua giovanissima età, importanti risultati dal punto di vista sportivo, quel maledetto 3 luglio di due anni fa, il ragazzo si trovava Oltralpe con alcuni coetanei per trascorrere una settimana dedicate all’allenamento. Quel giorno Tito Traversa aveva appena terminato di scalare la parete. Durante la fasce di discesa il ragazzo era precipitato da venti metri di altezza riportando gravi traumi fisici. Ricoverato in ospedale Tito esalò l’ultimo respire dopo tre giorni di coma.

Le indagini effettuate dalla gendarmeria francese attribuì alla presunta mancata tenuta del sistema dei moschettoni. L’inchiesta torinese aveva preso l’avvio dopo la denuncia del padre del ragazzo, Giovanni Traversa impiegato Olivetti, che aveva chiesto si facesse luce su eventuali responsabilità da parte di terzi. Sulla base delle risultanze delle indagini e delle perizie condotte dagli esperti, il pm Raffaele Guariniello ha richiesto il rinvio il giudizio per le tre persone indagate per omicidio colposo.

Dov'è successo?

23/04/2021 

Cronaca

Strage di Rivarolo: Tarabella interrogato dai magistrati che cercano di far luce sull’efferato delitto

La solitudine, l’impegno per il figlio disabile, il forte senso di abbandono provato, la malattia della […]

leggi tutto...

23/04/2021 

Politica

Riaperture in Piemonte, i consiglieri regionali Valle e Rossi (Pd): “Covid, priorità alla scuola”

Il gruppo di indagine regionale sul Covid 19 ha esaminato le prime risultanze della sperimentazione “Scuola […]

leggi tutto...

23/04/2021 

Cronaca

Il trattore si ribalta e schiaccia il conducente. Nell’incidente muore un 53enne di Lanzo

È morto sul colpo Sergio Bellezza Oddon l’imprenditore agricolo cinquantatreenne di Lanzo che è stato vittima, […]

leggi tutto...

23/04/2021 

Economia

Scarmagno: la Italvolt punta a uno stabilimento con 4mila addetti per far rivivere il sogno di Olivetti

Nel corso della sua visita in Canavese la delegazione regionale guidata dal presidente della Regione Alberto […]

leggi tutto...

23/04/2021 

Economia

Canavese, il presidente della Regione Alberto Cirio visita l’eccellenza dell’industria territoriale

È stata una giornata tutta canavesana, quella di ieri, giovedì 22 aprile, per il presidente della […]

leggi tutto...

22/04/2021 

Sanità

Emergenza Covid in Piemonte: oggi 1.464 nuovi casi positivi e 46 i morti. In aumento i guariti (+ 2.114)

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, giovedì 22 aprile l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy