10/09/2021

Economia

Italvolt a Scarmagno: l’ottimismo dei politici e degli industriali e il cauto commento della Fiom-Cgil

CONDIVIDI

Quattro miliardi di euro di investimento, quattromila dipendenti diretti che salgono a diecimila con l’indotto: è un ambizioso progetto industriale che il magnate svedese Lars Carlstrom intende realizzare in Canavese nell’area ex Olivetti di Scarmagno. Si tratta di una delle Gigafactory destinata alla produzione di batterie per auto più grandi d’Europa. Nella mattinata di ieri, giovedì 9 settembre è stato siglato l’accordo di acquisizione dell’area industriale tra la Italvolt e il Fondo Prelios Sgr proprietario dell’ex impianto industriale. Alla cerimonia era presente anche l’assessore al Bilancio della Regione Piemonte Andrea Tronzano che ha sottolineato come la firma dell’accordo si inserisce in un momento di grande fermento per il Piemonte.

“Questo passo è di una importanza straordinaria per il Canavese e non solo e dimostra la volontà di Italvolt di realizzare la fabbrica di batterie nel rispetto del cronoprogramma. Il Piemonte vuole una Gigafactory e questa notizia non può che farci enorme piacere. Ora approfondiremo il business plan così da facilitare il dialogo con il Governo per le risorse del Pnrr”.

Ad esprimere una cauta soddisfazione è la Fiom-Cgil per voce di Edi Lazzi, segretario generale della Fiom-Cgil di Torino. Il funzionario sindacale sottolinea come l’accordo siglato ponga le premesse per il riutilizzo di un’area del Canavese storicamente votata alla produzione industriale e può contribuire a contrastare la progressiva deindustrializzazione del territorio torinese. Ma nelle considerazioni c’è spazio anche per qualche dubbio di fondo.

“Ci auguriamo – conclude – che all’accordo di oggi segua l’insediamento della Gigafactory in progetto anche se, al momento, non sono ancora chiari gli aspetti industriali, quali sono gli ipotetici clienti che acquisteranno le batterie, le reali ricadute occupazionali del progetto e soprattutto chi saranno i finanziatori di un progetto che richiede ingenti capitali”.

19/10/2021 

Cultura

Salone del Libro di Torino, a Chivasso assegnato il premio nazionale “Nati per leggere”

Il progetto della biblioteca civica Movimente di Chivasso, denominato “Una rete di biblioteche in un mare […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 245 i nuovi contagi. Quattro i decessi. Effettuati oltre 60mila tamponi

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, martedì 19 ottobre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Cronaca

Pont Canavese, chiude la casa di riposo. A fine anno 15 dipendenti rimarranno senza lavoro

Dal prossimo 1° gennaio 2022 la casa di riposo di Pont Canavese chiuderà definitivamente i battenti […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Sanità

Asl T04: la qualità della Radioterapia e della Fisica Sanitaria è riconosciuta a livello nazionale

La Fisica Sanitaria e la Radioterapia dell’Asl T04, dirette rispettivamente dal dottor Massimo Pasquino e dalla […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Cronaca

Borgofranco d’Ivrea e Vistrorio in lutto per la morte a 65 anni dell’ex assessore Giuliano Musto

Borgofranco d’Ivrea e Vistrorio: due comunità in lutto per l’improvvisa scomparsa di Giuliano Musto, 65 anni, […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Cronaca

Previsioni meteo: peggiora il clima. In arrivo piogge e acquazzoni anche in Piemonte e in Canavese

Queste le previsioni del tempo elaborate dal centrometeoitaliano.it Il culmine del periodo anticiclonico si verificherà tra […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy