21/03/2017

Cronaca

Front Canavese: la cascina era in realtà un mattatoio clandestino. Blitz di carabinieri e volontari Eital

Front

/
CONDIVIDI

Il sospetto che i volontari dell’Eital e gl’investigatori nutrivano è che l’uomo avesse trasformato la sua cascina in un mattatoio abusivo: per questa ragione i carabinieri della Compagnia di Venaria e i membri dell’Eital (Ente Italiano per la Tutela degli Animali e della Legalità) hanno effettuato un blitz nell’azienda agricola che ha dato corpo, purtroppo, ai sospetti. Il proprietario della “cascina degli orrori”, 37 anni, è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

Sono stati i carabinieri della stazione di Leinì, in stretta collaborazione con i colleghi di Barbania, a scoprire in seguito all’irruzione un locale in cui effettuava la macellazione clandestina di ovini che venivano venduti (in nero) appesi a ganci e pronti per la macellazione a circa 130 euro l’uno. E non è tutto: durante il blitz che è scattato lunedì 20 marzo diversi sacchi neri pieni di orfani e interiora di animali, e un’ampia varietà di attrezzi usati dai macellai oltre a corna di animali e marchi di provenienza sospetta. I carabinieri hanno scoperto all’interno di un furgone numerose carcasse di agnellini e capretti contenuti in alcuni freezer.

Uno spettacolo decisamente raccapricciante. I carabinieri coordinati dal capitano Giacomo Moschella, al temine dell’accurata ispezione che è durata per tutta la giornata, hanno sequestrato la struttura e tutto quanto è stato rivenuto, compresi alcune confezioni di farmaci, tra i quali anche cortisone, scaduti. Le carcasse degli animali sono state smaltite dal personale Servizio Veterinario dell’Asl To4. L’uomo è stato denunciato per tutti i reati riconducibili alla macellazione abusiva e alle violazioni igienico-sanitarie in relazione al rischio sanitario per maltrattamento e uccisione di animali oltre a altri reati specifici.

L’Eital ha annunciato che sporgerà querela presso la Procura della Repubblica di Torino: l’intento dell’associazione è quella di sapere come sia stato possibile che l’uomo abbia potuto esercitare l’attività illecita di macellazione clandestina senza che le autorità competenti non abbiano mai scoperto nulla. Il blitz è stato ripreso dalla troupe di Edoardo Stoppa “l’amico degli animali” di Striscia la Notizia e che saranno trasmesse nei prossimi giorni durante il Tg satirico in onda nel prime-time di Canale 5.

12/06/2021 

Lavoro

Dopo 11 anni in Città metropolitana i concorsi per assumere con contratti di formazione lavoro

La Città metropolitana di Torino assume. Lo fa con selezioni pubbliche in corso in questi giorni […]

leggi tutto...

12/06/2021 

Cronaca

Arriva l’anticiclone africano e scoppia l’estate. Domenica 13 temperature fino a 36 gradi

Sarà un fine settimana all’insegna dell’estate rovente: l’arrivo, già ampiamente preannunciato dell’anticiclone proveniente dall’Africa ha causato […]

leggi tutto...

12/06/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: anche oggi nessun decesso. Sono 90 i nuovi contagi. 206 i pazienti guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, sabato 12 giugno, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

12/06/2021 

Sanità

Covid: da lunedì 14 giugno, via libera alle vaccinazioni in oltre 500 farmacie di tutto il Piemonte

Da lunedì 14 giugno alle ore 12,00 i piemontesi potranno prenotare il loro appuntamento vaccinale anche […]

leggi tutto...

12/06/2021 

Cronaca

Valperga: acqua inquinata da troppi batteri. Scatta il divieto di consumo in due frazioni del paese

Una concentrazione anomala di batteri nell’acqua potabile ha costretto il sindaco di Valperga Walter Sandretto ad […]

leggi tutto...

11/06/2021 

Cronaca

Piemonte, è ufficiale: dopo mesi addio al coprifuoco. Da lunedì 14 giugno il Piemonte sarà zona bianca

Il contagio è giunto, fortunatamente, ai minimi storici, le rianimazioni negli ospedali lentamente si svuotano e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy