Forno: finisce l’incubo per la 14enne Rebecca. Il 4 maggio si recherà in Germania per curarsi

24/04/2020

CONDIVIDI

Le condizioni di salute dell'adolescente si sono ulteriormente aggravate. Questa volta la politica è riuscita a compiere una buona azione bipartisan

Tanti sforzi e tanta apprensione ma alla fine Rebecca verrà finalmente presa in carico e ricoverata a Friburgo in Germania il prossimo 4 maggio. Ha avuto l’esito più importante la mobilitazione per la 14enne di Forno Canavese che deve subire un delicato intervento invasivo chirurgico che non può essere effettuato in Italia e che era stata bloccata dalla pandemia.

“Sono felice e confusa – dice Alessia la mamma della ragazzina entrata nel cuore di tanti italiani anche grazie alla trasmissione “Fuori dal Coro” andata in onda martedì 21 aprile e all’intervista rilasciata a Tg5 -. Sono tante le cose da organizzare, ma ora penso solo a dire grazie a tutti quelli che ci hanno aiutato. Mi sembrava tutto così impossibile e invece ce l’abbiamo fatta. Sono talmente stanca mentalmente che non riesco ancora a godermi questo momento. Diciamo che ho avuto al mio fianco un enorme sostegno da parte di tante persone umane e proattive, altrimenti da sola non avrei realizzato nulla di tutto ciò”.

“Stasera ho avuto sicuramente la notizia e conferma più bella da inizio pandemia – commenta il Consigliere regionale canavesano Andrea Cane – il caso di Rebecca mi ha colpito al cuore fin dal primo giorno che mi è stato segnalato ed è stata una vera gioia condividere oggi con la mamma di Alessia questo lieto fine. L’ho detto sempre alla famiglia, non avrei mai mollato di tenere alta l’attenzione fino a quando non avessi saputo la data, su tutti i fronti: dai colleghi della Regione fino a Salvini, dai medici fino alla stampa. La politica è servizio, chi lo dimentica non fa il suo mestiere: il mio ringraziamento finale è quindi bipartisan, ovvero ringrazio tutti i politici, i consoli, i funzionari e i medici di qualsiasi orientamento che hanno contributo a questo risultato positivo”.

Leggi anche

18/09/2020

Ospedale di Ivrea, il Nursind: “L’ospedale è vecchio e non idoneo a fronteggiare emergenze”

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche torna sullo scottante tema delle criticità strutturali degli ospedali […]

leggi tutto...

18/09/2020

Castellamonte: auto sbanda e finisce nella scarpata. In ospedale due giovani di 21 e 15 anni

Due ragazzi di 21 e 15 anni sono rimasti feriti in un incidente stradale che ha […]

leggi tutto...

18/09/2020

Coronavirus in Piemonte: torna a crescere il numero dei contagiati (+127). Nessun decesso. 83 i guariti

Coronavirus in Piemonte: torna a crescere il numero dei contagiati (+127). Nessun decesso. 83 i guariti. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy