20/03/2022

Cronaca

Favria: missione compiuta dei Rotary Club. Consegnati in Ucraina aiuti e salvati 14 profughi

CONDIVIDI

I rotariani sono ritornati in Italia nella notte di lunedì 14 marzo al Centro “Teobaldo Fenoglio” di Settimo Torinese, lo stesso luogo dal quale erano partiti sabato 12 marzo, con l’autobus stracolmo di generi di prima necessità alla volta del confine della Polonia raccolti dai Rotary Club del Distretto 2031. Alla “missione” in Polonia ha preso parte il team costituito dal medico pediatra Silvia Gambotto di Favria per il Rotary Club Cuorgnè e Alto Canavese, Milly Cometti (Rotary Viverone Lago), Donatella Cosentino (Rotary Gattinara) Carmela Velardo e Luca Rivoira del Rotary Club di Settimo Torinese. Un veloce viaggio una sorta di “mordi e fuggi” ma che ha raggiunto il suo obiettivo: quello di aiutare la popolazione ucraina vittima di un violento conflitto scatenato dalla Russia e condurre in Italia 14 profughi. “Alla missione “Rotary to Rotary” hanno collaborato in Polonia anche il Rotary Club di Jaroslaw, Ternopil e Katowice. Alcuni dei profughi, tutte mamme e bambini, raggiungeranno alcuni conoscenti mentre altri verranno ospitati dalle famiglie che avevano manifestato l’intenzione di accoglierli alla Regione Piemonte.

“Contrariamente alle mie passare esperienze compiute come medico pediatra in Etiopia, in altri Paesi africani e in India, dove ho visto e toccato con mano la povertà, la denutrizione e la malattia – racconta Silvia Gambotto -, in questo caso ho visto solo tanta dignità. Siamo giunti in autobus in Polonia nei pressi del confine russo, ma non ho affatto avuto la percezione del conflitto anche se a una ventina di chilometri avevano luogo i raid aerei che distruggevano edifici e provocavano non poche vittime. Quel che mi ha impressionato era la fiumana dignitosa e ordinata di persone che si allontanava dalla devastazione.”

La dignità. È l’elemento che ha maggiormente impressionato la favriese Silvia Gambotto che negli occhi di tanti ha letto la volontà di tornare appena possibile a casa in Ucraina. Particolarmente significativa, racconta, è stato assistere alla straziante scena di una madre accompagnare i figli, dove hanno passato il confine, e tornare ad accudire la casa mentre il marito combatteva per la libertà.

“Quando siamo giunto nel vastissimo e organizzato centro di accoglienza italiano a Przemysl (città gemellata con Chivasso), ci siamo sentiti subito coinvolti – racconta Silvia Gambotto-. Abbiamo stretto un rapporto molto bello con i bambini, mentre con gli adulti e gli anziani abbiamo dovuto affrontare e vincere una certa diffidenza”.

Una diffidenza che è anche probabilmente legata al fatto che nei centri di raccolta degli sfollati si aggirano le “iene”, malintenzionati sempre pronti ad approfittare della situazione per impadronirsi degli aiuti che giungono da tutta Europa. Per il resto è da sottolineare che i profughi prendono soltanto ciò che serve loro per lasciare cibo e farmaci ai connazionali. “Non chiamateci eroi – afferma Silvia Gambotto -. Quello delle missioni umanitarie e di pubblica utilità è l’obiettivo del Rotary. Ho avuto l’occasione di lavorare insieme a persone meravigliose e in perfetta sintonia. Questa esperienza mi ha colpito profondamente. E così è accaduto ai miei compagni di avventura. Ci siamo ripromessi di meditare sul nostro viaggio e di rivederci per confrontare le nostre riflessioni”.

 

20/05/2022 

Cronaca

Coldiretti: “Sì degli agricoltori a strade e ospedali, ma su terreni abbandonati e non fertili”

Dopo l’incontro di Front tra il presidente della Regione, Alberto Cirio, la Città metropolitana e i […]

leggi tutto...

20/05/2022 

Cronaca

Zambaia e Leone (Lega): “Al Salone del Libro accanto a Roberta Maria per superare le barriere della disabilità”

Non solo lettori ma tanti amici e rappresentanti delle istituzioni oggi sono stati al Salone del […]

leggi tutto...

20/05/2022 

Cronaca

Torre Balfredo di Ivrea: cinque auto danneggiate nella notte da un incendio. Indaga la polizia

Sono cinque le autovetture danneggiate da incendio che è divampato nella notte di oggi, venerdì 20 […]

leggi tutto...

20/05/2022 

Cronaca

Troppo traffico sulla ex 460. Il consigliere Gavazza (Lega): “Ben venga la variante Lombardore-Front”

“L’ampliamento della strada, che attualmente serve il distretto industriale dello stampaggio, rappresenta un’opera strategica per le […]

leggi tutto...

20/05/2022 

Cronaca

Auto in sosta vietata negli incroci e nelle rotonde. Al via i controlli della Polizia locale di Chivasso

Nel corso dei prossimi giorni, la Polizia Locale di Chivasso, dando seguito anche ad alcune segnalazioni […]

leggi tutto...

20/05/2022 

Cronaca

Noasca: l’ambasciatrice del Sud Africa Nosipho Ngcaba visita il Parco del Gran Paradiso

L’ambasciatrice del Sud Africa, Nosipho Ngcaba e Luthando Dziba, Direttore di SANParks, Ente che gestisce i […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy