28/01/2016

Cronaca

Fallimento Asa: il diniego di Chiamparino alla richiesta di aiuto: “Non possiamo fare nulla”

Castellamonte

/
CONDIVIDI

“Nella vicenda Asa non possiamo intervenire perché non ha titolo per farlo”. E’ lapidaria la risposta del presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino al quale il segretario regionale del Partito Democratico e capogruppo dello stesso partito in Consiglio Regionale si era rivolto affinché la Regione intervenisse a sostegno dei comuni che facevano parte del Consorzio nel caso di sentenza sfavorevole dell’arbitrato.

Ergo: i comuni se la dovranno cavare come meglio possono. Sull’intricata vicenda dell’arbitrato, insomma, la Regione non ci mette becco. E così sul tavolo rimangono i 28 milioni di euro che il commissario straordinario Stefano Ambrosini chiederà ai comuni  azionisti del Consorzio per la raccolta e gestione dei rifiuti e alla Comunità Montana. La ricapitalizzazione è necessaria per fare fronte ad una voragine di bilancio che si attesta sugli 80 milioni di euro. Come si sia potuti arrivare a questo è quasi impossibile da spiegare: di certo i tanti comuni che, per anni, non hanno pagato il servizio, hanno contribuito al dissesto finanziario.

Il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto e Alberto Rostagno che si auguravano un intervento delle istituzioni superiori, dovranno, insieme colleghi degli altri cinquanta comuni, individuare di concerto con lo studio legale torinese al quale si sono rivolti, una strategia comune che eviti alle amministrazioni di affrontare spese quasi inimmaginabili.

Chiamparino e il vice-presidente Reschigna assicurano il loro impegno per evitare disagi per i cittadini e le imprese delle comunità interessate. Per il resto, ciccia. Anzi, sostengono, abbiamo a suo tempo provveduto al prolungare i tempi di liquidazione delle comunità montane per ridurre l’impatto della pesante situazione debitoria. Quel che preoccupa maggiormente gli amministratori è la ripartizione delle spese che il tribunale di Ivrea deciderà. Questa sera, nel corso del vertice tra sindaci a e legali che si terrà a Castellamonte, si saprà qualcosa di più. Certo è che la Regione Piemonte si è “sfilata” definitivamente.

26/10/2020 

Sanità

L’Asl T04 allestisce altri due punti di accesso diretto per i tamponi e ricerca luoghi idonei

L’Asl T04 sta valutando per l’attivazione di due nuovi Punti di accesso diretto per l’esecuzione di […]

leggi tutto...

26/10/2020 

Cronaca

La sindaca di Settimo Elena Piastra positiva al Covid. L’appello sui social: “Non abbassiamo la guardia”

Elena Piastra, sindaco di Settimo Torinese, è risultata positiva al Coronavirus. È stata l’amministratrice a dare […]

leggi tutto...

26/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte: l’epidemia continua la sua corsa. Nelle ultime 24 ore + 1.625 casi positivi

Alle 17,30 di oggi, lunedì 26 ottobre, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che […]

leggi tutto...

26/10/2020 

Cronaca

Ivrea: di notte sul tetto di un’autovettura inveisce contro l’ex titolare. 33enne arrestato dalla polizia

La scorsa notte gli agenti del commissariato Ivrea e Banchette hanno ricevuto la segnalazione di un […]

leggi tutto...

26/10/2020 

Cronaca

Emergenza Covid, il governatore Cirio: “Manteniamo mascherina e distanziamento sociale”

Commentando il Dpcm appena emanato dal Governo, il presidente della Regione Alberto Cirio dichiara che “siamo […]

leggi tutto...

26/10/2020 

Cronaca

Incidente sul raccordo Torino-Caselle. Auto investe operaio dell’Anas. Il ferito trasportato al Cto

Un operaio dipendente dell’Anas è stato investito da una Fiat 500 in transito sul raccordo autostradale […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy