21/01/2022

Cronaca

Da lunedì 24 il Piemonte torna “Arancione”. Cirio: “Sugli ospedali pesano i ricoveri dei No Vax”

CONDIVIDI

Il Piemonte da lunedì 24 gennaio passerà in zona arancione, insieme ad Abruzzo, Sicilia e Friuli: lo conferma l’ordinanza firmata nel pomeriggio dal ministro della Salute Roberto Speranza. Nonostante un quadro complessivo che dimostra sia nella diffusione del virus che nel numero di nuove ospedalizzazioni una situazione in costante miglioramento, il Piemonte ha infatti superato in piccolissima percentuale (0,3% ieri e 0,2% oggi) l’occupazione dei posti letto ordinari, che seppur di pochissimo oltrepassa la soglia del 30% prevista per la zona arancione, accanto alle terapie intensive dove più dei 2/3 dei pazienti ricoverati non è vaccinato e l’occupazione è superiore al 22%.

Migliora, invece, la classificazione di rischio del Piemonte nel Report nazionale di Ministero della Salute e Istituto superiore di sanità, che scende da alta a moderata, confermando il quadro in miglioramento che si sta registrando negli ultimi giorni rispetto all’andamento dell’incidenza e alla percentuale di positività dei tamponi. Oggi è anche il primo giorno in cui in Piemonte si registra una riduzione delle nuove diagnosi rispetto ai sette giorni precedenti da fine novembre, quando è iniziata la quarta ondata.

“Andiamo in arancione con una situazione ospedaliera su cui pesano i ricoveri dei No Vax, ma con un quadro epidemiologica che in realtà migliora – rilevano il presidente Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi – È il segno che la strada è quella giusta, e proprio per questo è importante continuare a correre con i vaccini e mantenere sempre alto il livello di attenzione”.

Cosa cambia in zona arancione

L’ingresso del Piemonte in zona arancione per le persone vaccinate non porterà nessuna privazione e ulteriori restrizioni nelle loro attività quotidiane e nella loro socialità.

Rispetto alle norme già previste in quella gialla, la zona arancione prevede infatti:
– Super Green pass obbligatorio per accedere ai negozi dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (eccetto alimentari, edicole, librerie, farmacie e tabacchi, dove l’accesso è libero), praticare sport di contatto all’aperto, partecipare ai corsi di formazione in presenza.

Gli spostamenti verso altri Comuni o fuori Piemonte con auto propria sono consentiti solo con Green pass base (tampone) ma senza Green pass per lavoro, necessità e salute (con modulo di autocertificazione).

18/05/2022 

Cronaca

La Lombardore-Front è realtà. Il progetto sarà aggiornato. Pronti 25 milioni per il primo lotto

Atteso da oltre 30 anni il miglioramento del collegamento stradale tra Lombardore e Front può finalmente […]

leggi tutto...

18/05/2022 

Sanità

Sanità: mancano urgentisti. E la Regione ha istituito i corsi per medici nei pronto soccorso

Come la Giunta intende sostenere e implementare la sanità pubblica a fronte delle difficoltà emerse nella […]

leggi tutto...

18/05/2022 

Cronaca

Procedure più semplici per le ristrutturazioni edilizie. Così si evita il consumo del suolo

Il recupero dei fabbricati per evitare l’eccessivo consumo di suolo, le ristrutturazioni edilizie, l’utilizzo dei rustici, […]

leggi tutto...

18/05/2022 

Cronaca

Volpiano: la musica nel bar è troppo alta. 64enne minaccia i titolari con una scacciacani. Denunciato

È stato denunciato a piede libero per minacce e porto d’arma illegale. A finire nei guai […]

leggi tutto...

18/05/2022 

Eventi

“Una stella senza luce”: Alice Basso presenta il suo ultimo romanzo in biblioteca a Volpiano

Martedì 24 maggio alle 21,00 nella biblioteca comunale di Volpiano (via Carlo Botta 26), Alice Basso […]

leggi tutto...

18/05/2022 

Cronaca

Discariche abusive a San Maurizio. Tre incivili individuati e sanzionati dalla Polizia locale

Sono tre, considerando soltanto l’ultima settimana, le persone identificate e sanzionate dalla Polizia municipale del Comune […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy