25/05/2021

Sanità

Covid in Piemonte: tamponi gratis negli hotspot territoriali ai familiari degli ospiti delle case di riposo

CONDIVIDI

I parenti degli ospiti delle Rsa in visita alle residenze per anziani potranno fare il tampone obbligatorio gratuitamente. Per questo potranno scegliere tra due percorsi alternativi: farlo direttamente presso l’Rsa, grazie alle forniture gratuite che la Regione distribuisce oppure, una volta in possesso di autocertificazione della visita programmata, potranno effettuare il test antigenico presso uno qualunque dei 250 hotspot sul territorio. Sono le indicazioni che l’assessore alla sanità Luigi Icardi ha comunicato nell’ambito dei question time, rispondendo all’interrogazione della consigliera del partito democratico Monica Canalis che ha chiesto come la Regione intenda agevolare ” tamponi per i visitatori.

“Nessuno dovrà pagare di tasca sua – ha ribadito Icardi – si tratta di due alternative che consentiranno ai parenti di effettuare gli ingressi nelle Rsa in piena sicurezza. La Regione ha sempre supportato le attività di sorveglianza sia sugli ospiti, sia sugli operatori per prevenire e individuare qualsiasi focolaio di Covid. La dotazione di tamponi alle Rsa rientra a pieno titolo tra gli interventi di sanità pubblica a carico delle aziende sanitarie. Il 17 maggio scorso il Dirmei ha infatti indirizzato a tutte le residenze del territorio la nota in cui si illustravano i due percorsi alternativi per l’effettuazione dei tamponi”.

“È importante agevolare l’esecuzione dei tamponi ai visitatori delle Rsa – ha sottolineato la consigliera Pd, Monica Canalis – ovviando alla carenza di personale sanitario che caratterizza queste strutture, nonché alla difficoltà a svolgere operazioni sanitarie nei confronti di terzi, non legati contrattualmente alle strutture stesse. In queste prime settimane che hanno fatto seguito all’ordinanza dell’8 maggio del ministro Speranza, c’è stato infatti un rallentamento delle visite dovuto alle difficoltà nell’esecuzione dei tamponi. Dopo tanti mesi di attesa non possiamo permettercelo”.

02/10/2022 

Eventi

Oglianico: Avis in festa per il 52° compleanno. Premiati i donatori di sangue benemeriti

Una stupenda giornata di sole ha fatto da corollario al cinquantaduesimo anniversario della fondazione della sezione […]

leggi tutto...

02/10/2022 

Cronaca

Cuorgnè: l’Emporio Sociale “Ratatù” in festa. In un anno donati 70 tonnellate di alimenti

Sabato 1° ottobre sono stati in tanti, molte famiglie con i loro bambini, a ritrovarsi presso […]

leggi tutto...

02/10/2022 

Economia

Lavoro, dalla Regione 3 milioni di euro per le microimprese che vogliono aprire in montagna

C’è tempo fino al 15 novembre per presentare le domande di contributo sul bando della Regione […]

leggi tutto...

01/10/2022 

Cultura

Rivarolo: la presentazione del libro “Il diario del tenente Robin” inaugura la rassegna letteraria

È giunta alla quarta edizione la rassegna letteraria “Autorevolmente” a Rivarolo Canavese. Primo appuntamento venerdì 7 […]

leggi tutto...

01/10/2022 

Sanità

Il Pronto soccorso di Cuorgnè ancora chiuso. Il Nursind: “Adesso basta con le false promesse”

Il sindacato delle professioni infermieristiche Nursind condivide le preoccupazioni del Comune di Cuorgnè e dei comuni […]

leggi tutto...

01/10/2022 

Cultura

Oglianico svela al pubblico i suoi tesori artistici. Cittadinanza onoraria all’architetto Burzio

Mattinata all’insegna della cultura quella di sabato primo ottobre ad Oglianico. Alle 9.30 il consiglio comunale, […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy