27/04/2020

Cronaca

Coronavirus: è polemica sullo stop alle messe. Il senatore Pianasso (Lega): “Decisione insensata”

CONDIVIDI

Coronavirus: è polemica sullo stop alle messe. Il senatore Pianasso (Lega): “Decisione insensata”.

“I Vescovi italiani non possono accettare di vedere compromesso l’esercizio della libertà di culto. Dovrebbe essere chiaro a tutti che l’impegno al servizio verso i poveri, così significativo in questa emergenza, nasce da una fede che deve potersi nutrire alle sue sorgenti, in particolare la vita sacramentale”. Non è affatto contenta la Conferenza Episcopale Italiana delle nuove direttive emanate dal Governo Conte per la gestione della Fase 2. Sulla vicenda interviene anche il senatore canavesano Cesare Pianasso che non risparmia feroci critiche al nuovo decreto di contenimento firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Su questo scottante tema Palazzo Chigi ha chiarito in una nota ufficiale che “nei prossimi giorni saranno elaborati protocolli per le messe.” Il protocollo consentirà “la partecipazione dei fedeli alle celebrazioni liturgiche in condizioni di massima sicurezza”.

“Le continue dilazioni sono l’evidente dimostrazione della mancanza di coraggio di questo Esecutivo, dilaniato com’è sin dai primi giorni da evidenti tensioni e divisioni interne – commenta il senatore della Lega Cesare Pianasso. Il nuovo slittamento della tanto annunciata Fase 2 ne è la prova: si va avanti alla giornata, senza assumersi responsabilità e delegando tutte le decisioni ai virologi, in un gioco allo scaricabarile che provoca inevitabilmente blocchi e ritardi. Di questo passo, forse sopravvivremo al virus, ma soccomberemo alla crisi che inevitabilmente seguirà”.
Nel mirino dell’esponente politico del Carroccio figurano anche la norma che prevede visite ai parenti, ma senza riunioni di famiglia, la re-introduzione dell’ennesima auto-certificazione.

“Una decisione insensata – aggiunge ancora il senatore di Prascorsano -. Mi devono spiegare perché si possa andare a fare la spesa al supermercato, contingentando gli accessi, ma non si possa fare lo stesso per celebrare una funzione religiosa. L’episodio del parroco multato perché stava celebrando la funzione davanti a 13 fedeli è emblematico della stupidità delle regole stabilite”.

02/12/2021 

Cronaca

Tenta una rapina in un negozio a Rivarolo senza riuscirci. Poco dopo il bandito colpisce a Salassa

Appena venti minuti: è il tempo occorso a un malvivente e al suo complice di tentare […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: boom di contagi. Superata la soglia dei 1.200 nuovi casi. Due i decessi. 606 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, giovedì 2 dicembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Cronaca

Chivasso: 30enne muore durante il prelievo degli ovociti. Per la clinica moldava è stato il Covid

Il suo sogno era quello di diventare mamma, ma è stato un sogno spezzato da un […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Appuntamenti

Chivasso: il 6 gennaio 2022 ritorna l’atteso e tradizionale “Mercà d’la Tola”. Aperte le adesioni

Il prossimo 6 gennaio l’Epifania continuerà a portarsi via le festività ma a Chivasso è atteso […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Lavoro

Piemonte, rivoluzione “Academy”. L’assessore Chiorino: “Connettiamo imprese e formazione”

“Connettere e valorizzare il sistema imprese con il sistema educativo e formativo è uno degli obiettivi […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Cronaca

Candia: due casi positivi a scuola. L’elementare “Simonetti” chiusa per Covid fino al 6 dicembre

Chiusura precauzionale della scuola Primaria. In questa settimana le lezioni sono state svolte in modalità DAD […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy