22/03/2016

Economia

Confindustria lancia il Piano Territoriale basato sullo sviluppo turistico

Pavone

/
CONDIVIDI

E’ possibile dare vita a un modello di turismo sostenibile? Un Piano Industriale per il Canavese che abbia come perno la varlorizazione delle bellezze artistiche e paesaggistiche del Canavese, in armonia con l’Industria e la Formazione, ha un senso? Per Confindustria Canavese la risposta è positiva. Tanto che su questo tema è stato organizzato ieri, lunedì 21 marzo, al castello di Pavove Canavese un convegno promosso dalle associazioni che aderiscono al Tavolo del Turismo del Canavese. Alla discussione hanno preso parte un centinaio di operatori del settore, rappresentanti delle istituzioni, opinion leader e stakeholdes.

Interessanti le conclusioni: si possono sviluppare sia un modello di turismo sostenibile e sia la realizzazione di un Piano Strategico basato sulla condivisione e sinergia tra economia territoriale e istituzioni politiche, dove il turismo potrebbe ricoprire un ruolo centrale. Fabrizio Gea, presidente di Confindustria Canavese, ha spiegato che lo sviluppo turistico deve necessariamente passare attraverso un modello di valorizzazione e comunicazione unitario. In quest’ottica la parte strategica già condivisa e definita, deve lasciare spazio a un percorso più operativo, ossia alla realizzazione di un Piano Industriale all’interno del quale il turismo ricopre un ruolo centrale.

“Siamo convinti che lo sviluppo turistico del nostro territorio passi attraverso un modello di valorizzazione e comunicazione unitario dove, la parte strategica già condivisa e definita, lasci spazio ad un percorso più operativo, ossia alla realizzazione di un Piano Industriale per il Canavese, come strumento di partnership politico-socio-economico territoriale  – ha detto Fabrizio Gea, in apertura dei lavori -. Un piano industriale basato su quattro direttrici: Industria e Attività Produttive, Infrastrutture e Trasporti, Formazione e Istruzione e naturalmente Turismo Cultura e Sport”. 

La Costruzione di una rete diventa di fondamentale importanza per fare in modo che si possa costituire un sistema solido e che possa offrire occasioni importanti di sviluppo economico. L’assessore alla Cultura e Turismo della regione Piemonte Antonella Parigi, ha posto l’accento sulla riforma della legge sul Turismo e la realizzazione di una piattaforma turistica condivisa, alla quale l’Esecutivo regionale sta attivamente lavorando. Nel contesto dei lavori sono anche intervenuti l’onorevole Umberto D’Ottavio e l’onorevole Francesca Bonomo, Erica Ferlito. Rappresentante di Manital Spa ha illustrato un progetto di riqualificazione e valorizzazione territoriale mentre Maria Aprile ha sottolineato le potenzialità dello sviluppo turistico del Canavese. Dal canto suo la presidente dell’ente Turismo Torino e Provincia, Daniela Broglio ha illustrato, alla folta platea i numerosi progetti di sviluppo turistico ai quali hanno collaborato esperti di un certo rilievo. Va da sé che dal confronto nasca qualcosa di davvero serio e che oltre all’impegno degli operatori e imprenditori ci sia quello delle istituzioni con il varo di una strategia a medio e lungo termine che comporterà ingenti investimenti economici.

Dov'è successo?

21/10/2020 

Eventi

Canavese: “DiscoVintage” sulla cresta dell’onda torna a trasmettere dai microfoni di Radio Alfa

L’Associazione di Dj e Speaker che operarono dal Canavese, si arricchisce di un nuovo componente, Beppe […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte: sette i decessi e record di contagi (+1.799 rispetto a ieri). In aumento i ricoveri

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.613 (+ […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

Canavese: derubavano anziani soli. Sgominata dalla polizia una banda di ladri e truffatori

Agivano tra le province di Torino, Cuneo e in Val d’Aosta e si presume siano autori […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

Rondissone, mezzi pesanti in sosta lungo la strada e rifiuti: Amazon disponibile a eliminare i problemi

Amazon si è resa disponibile a limitare i problemi legati allo stazionamento dei mezzi pesanti sulla […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

Trasporti pubblici in sciopero: venerdì “caldo” per studenti e pendolari. Disagi anche nella Sanità

Venerdì 23 ottobre le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, O.S. Ugl Autoferrotranvieri e dalla Rsu del personale […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

La città Metropolitana: “Il Ponte Preti si farà. Fondi per 19,5 milioni. Prosegue la progettazione”

Non è in discussione la realizzazione di una nuova struttura che sostituisca il Ponte Preti, sulla […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy