21/10/2020

Cronaca

Chivasso, il sindaco Castello preoccupato per i contagi: “La città non deve diventare zona rossa”

CONDIVIDI

Chivasso non deve diventare “zona rossa” a causa dell’incrementi di nuovi casi positivi al Coronavirus: è preoccupato il sindaco Claudio Castello che si rivolge ai cittadini dal sito web del Comune dopo alcuni mesi di silenzio perché le notizie che giungono quotidianamente segnalano una situazione che va progressivamente ad aggravarsi.

“Il 19 ottobre quasi mille contagi in più nella sola Regione Piemonte. In altre parole, stiamo assistendo al ritorno di quei giorni bui che speravamo aver lasciato alle nostre spalle. Abbiamo lavorato duramente nei mesi di febbraio e marzo per dominare la prima fase dell’epidemia, adottando provvedimenti tutti improntati al massimo rigore e, credo, sia stato ben riconoscibile il tentativo di riaprire, appena possibile, tutto ciò che era consentito, avendo ben presente quanto questo sforzo fosse indispensabile alle nostre attività produttive e anche al nostro vivere quotidiano – afferma il primo cittadino -. Abbiamo perso molti dei nostri cari, amici, conoscenti. Molti di questi nostri concittadini, con una semplice influenza, vi assicuro, non sarebbero morti”.

A giudizio del sindaco Claudio Castello oggi è quanto mai indispensabile che ciascuno comprenda di essere legato con un filo indissolubile alla vita di tutti gli altri cittadini. Un comportamento irresponsabile di un solo individuo può mettere a rischio molte vite. Una catena è forte quanto il suo anello più debole.

“Mi rivolgo ai giovani ma anche a adulti e anziani che spesso non seguono con la dovuta attenzione le indicazioni date – afferma nel suo Messaggio -. Non dovete essere voi l’anello debole. Rispettate le regole di distanziamento e indossate correttamente la mascherina. Il covid può colpire anche voi e, soprattutto, proprio voi potete diventare il veicolo di diffusione del contagio nella vostra famiglia. I dati ci dicono che, in questa fase, le maggiori occasioni di contagio avvengono proprio in famiglia”.

Il sindaco chiede ai chivassesi di comportarsi responsabilmente per evitare assolutamente che la città possa essere dichiarata zona rossa riportandola nell’incubo del lock down. Le attività commerciali locali potrebbero non reggere un secondo stop. I ragazzi potrebbero non essere in grado di tollerare un nuovo allontanamento dalla scuola. I genitori ritornerebbero a dover gestire i figli senza il supporto dei servizi scolastici e comunali.

“La grande sfida che vi chiedo di vincere è quella di vivere nella maniera più naturale possibile applicando rigorosamente tutte le ben note regole anti-Covid19: lavarsi le mani con regolarità, non toccarsi naso, occhi e bocca, indossare correttamente la mascherina (coprendo naso e bocca), mantenere una distanza di sicurezza dalle altre persone, evitare assembramenti – conclude Claudio Castello -.  Queste semplicissime misure, applicate con rigore, ci consentiranno di continuare tutte le nostre attività senza incappare nell’obbligo di restare a casa. Fatelo per i vostri genitori, fatelo per i vostri figli, fatelo per le tante persone sconosciute a cui consentirete di continuare a lavorare e di avere un futuro. Il vostro Sindaco affronterà con voi questa nuova sfida sperando di ricevere presto la notizia dell’arrivo di una cura risolutiva che ci consenta di sconfiggere definitivamente questa epidemia. Nel frattempo, massima prudenza per tutti. Uniti vinceremo anche questa volta”.

26/11/2020 

Sanità

Colpito a una valvola cardiaca da un trombo causato dal Covid. Anziano salvato alle Molinette

Che tra le complicazioni patologiche causate dal Covid ci sia la formazione di coaguli di sangue […]

leggi tutto...

26/11/2020 

Cronaca

Ivrea/Biella: termineranno entro Natale i lavori di manutenzione nella galleria della “Serra”

Sono iniziati il 20 ottobre e si concluderanno entro Natale i lavori di manutenzione straordinaria sulla […]

leggi tutto...

26/11/2020 

Sanità

Covid-19 in Piemonte: in discesa ricoveri e contagi. + 2.751 nuovi positivi rispetto a ieri. 72 i morti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che alle 17,00 di giovedì 26 novembre, i […]

leggi tutto...

26/11/2020 

Cronaca

Castellamonte: domani 27 novembre, l’ultimo e commosso saluto a Rodolfo (Rudy) Mattioda

Saranno celebrati domani, venerdì 27 novembre alle 14,30 i funerali dell’imprenditore Rodolfo Mattioda, da tutti conosciuto […]

leggi tutto...

26/11/2020 

Sanità

Regione Piemonte, al via il monitoraggio volontario degli over 65 asintomatici con malattie croniche

La Regione Piemonte intende avviare un monitoraggio su base volontaria, mediante test molecolari e antigenici, degli […]

leggi tutto...

26/11/2020 

Cronaca

Volpiano: negli scavi del parco fotovoltaico affiora una preziosa necropoli d’epoca romana

Durante i lavori per la realizzazione del parco fotovoltaico Eni di Volpiano, entrato in funzione nell’estate 2020, sono state […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy