20/04/2016

Cronaca

Castellamonte, il Movimento 5 Stelle non ha dubbi: la discarica di Vespia deve essere chiusa

Castellamonte

/
CONDIVIDI

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato del Movimento 5 Stelle di Castellamonte che ha come oggetto la discarica (utilizzata dall’ex Aconsorzio Asa) di Vespia.

“La discarica di Vespia da decenni in stato di semi/abbandono, nonostante tre ultimatum (ma quanta pazienza…) non ha tutt’oggi conseguito caratteristiche di sicurezza sufficienti a garantire alcunché, figurarsi la riprofilatura o l’ampliamento. Diamo atto che finalmente (meglio tardi che mai) le autorità competenti si stanno preoccupando di richiamare il gestore ai propri doveri e stanno verificando e documentando le inefficienze rilevate, addirittura ne fanno partecipe la cittadinanza con riunioni pubbliche.

C’è di più, nuove analisi sono state eseguite sui pozzi privati intorno alla discarica, ma l’amministrazione comunale ha sempre smentito un suo coinvolgimento diretto. Eppure alcune indiscrezioni giunte ai nostri uffici metropolitani direttamente dall’ARPA, informano che l’Agenzia tuttora stia conducendo delle campagne di monitoraggio proprio su richiesta del Comune di Castellamonte. Purtroppo le risultanze definitive non sono ad oggi ancora state trasmesse alla Città Metropolitana ma è lecito supporre che quasi certamente il Comune ne sia in possesso. In questo caso, quale atto di reale e completa trasparenza, sarebbe grandemente apprezzata la condivisione di tali informazioni.
 
Non vorremmo apparire diffidenti e scettici nei confronti dell’amministrazione ma purtroppo, le soluzioni finora proposte a noi non sembrano né ponderate né particolarmente attente al problema ambientale e alla salute dei cittadini. Il Movimento Cinque Stelle, ritiene opportuno e necessario che le Autorità preposte e le amministrazioni locali convolte nella fase decisionale, a questo punto senza alcuna incertezza, procedano in modo deciso al fine di definire una linea d’intervento che salvaguardi l’ambiente e la cittadinanza, oltre a garantire una soluzione organicamente accettabile e sopportabile dal territorio.
 
Dal nostro punto di vista c’è una sola e unica soluzione: la discarica di Vespia deve essere chiusa e seguendo il piano originale si deve iniziare al più presto con l’attività del post-mortem. Su questo punto chi è di parere opposto solleva la questione economica, ma la soluzione in realtà è assai semplice e ci viene fornita proprio dalla magistratura che in questo ultimo periodo ha chiesto ai Comuni del vecchio consorzio di risarcire le quote che si sono dilapidate con il fallimento di A.S.A. (ma delle quali gli enti comunali devono rispondere in quanto soci). In quei fondi ci dovevano essere anche le risorse per la gestione della discarica per il periodo del post-mortem. Quindi chiediamo che non si facciano sconti su fondi il cui accantonamento è disposto dalla legge.
 
Se invece gli attuali amministratori scegliessero di continuare a usare attivamente la discarica di Vespia, il Movimento Cinque Stelle suggerisce per lo meno di curare con più attenzione l’accantonamento dei fondi (già dissolti in passato) e che tutte le compensazioni rese alle casse del Comune di Castellamonte vengano allocate in un fondo esclusivo e vincolato per interventi ambientali volti alla messa in sicurezza e manutenzione ordinaria (Post-Mortem) della discarica di Vespia. Sollecitiamo inoltre gli amministratori a continuare a coinvolgere la cittadinanza nelle scelte di questo ma anche di altri progetti che riguardano il territorio, un segno di trasparenza virtuoso e apprezzato, più volte auspicato”.

Dov'è successo?

18/01/2021 

Sanità

Covid in Piemonte, scende il numero dei nuovi casi. Oggi 435 contagi, 19 i decessi e 627 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI Alle ore 16,39 di oggi, lunedì 18 gennaio, l’Unità di Crisi della […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Cronaca

Educazione ambientale ed energie alternative. Ecco cosa si studia al liceo “Green” di Rivarolo

L’Istituto “Santissima Annunziata” di Rivarolo Canavese vara per l’anno scolastico 2021/2022 una nuova sperimentazione di didattica […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Economia

“Stellantis” esordisce in Borsa a Milano e Parigi. E il titolo del nuovo colosso automobilistico “vola”

Il presidente John Elkann e il Ceo Carlos Tavares hanno suonato insieme la campanella che tradizionalmente […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Cronaca

Covid: il Piemonte zona arancione fino al 31 gennaio. Ecco quello che è possibile fare

Un’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, dispone per il Piemonte la […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Sanità

Covid, il 27% del personale sanitario che ha lavorato con i pazienti chiede aiuto psicologico

Il 27 per cento del personale sanitario che ha lavorato a diretto contatto con i pazienti […]

leggi tutto...

18/01/2021 

Cronaca

Previsioni meteo: temperature sotto zero per l’ondata di freddo proveniente dai Balcani

Queste le previsioni del tempo eleborate del centrometeoitaliano.it: Clima piuttosto freddo sul nostro paese nel corso […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy