Canavese: la scuola riapre i battenti. Il consigliere regionale Andrea Cane: “Ripartiamo in sicurezza”

11/09/2020

CONDIVIDI

"Un ragazzo che dovesse manifestare a scuola la febbre ed un sintomo arriverà accompagnato dai suoi familiari in una delle aree che la Asl sta approntando. Senza scendere dall’auto verrà eseguito il tampone che in tempi rapidi darà il suo esito"

Canavese: la scuola riapre i battenti. Il consigliere regionale Andrea Cane: “Ripartiamo in sicurezza”.

A pochissimi giorni dall’apertura delle scuole piemontesi, prevista per lunedì 14 settembre, si definiscono regole e protocolli per una ripresa in sicurezza delle attività didattiche della Regione Piemonte. “Di recente – spiega il vicepresidente della Commissione Sanità in Regione, Andrea Cane – ho fatto il punto della situazione con i vertici della ASL To4 in vista dell’apertura imminente delle scuole di ogni ordine e grado. A breve il nuovo Commissario dettaglierà l’organizzazione con cui la sanità nel nostro territorio supporterà la ripresa dell’anno scolastico”.

“Un quadro davvero rassicurante – continua il consigliere canavesano della Lega – per gli operatori scolastici, gli alunni e le famiglie in cui, al servizio di presa in carico domiciliare dei casi sospetti di Coronavirus, si affiancherà una sorta di drive-through. Punti esterni ai presidi ospedalieri in cui si potrà effettuare il tampone direttamente dalle auto, in modo rapido, garantendo l’isolamento ed in assoluta sicurezza”.

A giudizio del consigliere regionale canavesano si tratta di una concreta risposta all’aumento delle situazioni di contatto che la scuola inevitabilmente porta con sé, che punta non solo all’efficienza dei tracciamenti, ma anche a una presa in carico del tampone in modo meno gravosa dal punto di vista psicologico.

“Un ragazzo che dovesse manifestare a scuola la febbre ed un sintomo, non si troverà davanti sanitari o mezzi di soccorso, ma arriverà accompagnato dai suoi familiari in una delle 3 aree che la Asl sta approntando, senza scendere dall’auto verrà eseguito il tampone che in tempi rapidi darà il suo esito – assicura Andrea Cane -. Dopo il lungo lockdown la scuola ha bisogno di certezze, di ripartire con quel clima di maggior tranquillità che purtroppo spesso non viene agevolato dai proclami governativi e che verrà invece localmente garantito a livello sanitario anche dall’attivazione di servizi di mail e numeri dedicati ad accompagnare i cittadini alla scoperta di questi nuovi servizi”.

Leggi anche

20/09/2020

Coronavirus in Piemonte: 98 contagi in più rispetto a ieri. Nessun decesso. In lieve risalita i ricoveri

Coronavirus in Piemonte: 98 contagi in più rispetto a ieri. Nessun decesso. Salgono (lievemente) i ricoveri. […]

leggi tutto...

20/09/2020

Canavese: elezioni comunali e referendum. L’affluenza alle urne alle 12,00 di domenica 20 settembre

Canavese: elezioni comunali e referendum. L’affluenza alle urne alle 12,00 di domenica 20 settembre. Alle 12,00 […]

leggi tutto...

20/09/2020

Calcio: riaprono gli stadi di serie A. Il Piemonte lo chiede anche per le altre categorie e tutti gli sport

Come previsto dal Governo, da oggi, domenica 20 settembre sarà possibile tornare a giocare il Campionato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy