09/05/2020

Cronaca

“Canavesana”, la gente torna al lavoro, ma i mezzi pubblici sono pochi e sovraffollati

CONDIVIDI

“Canavesana”, la gente torna al lavoro, ma i mezzi pubblici sono pochi e sovraffollati in barba al contagio.

Un numero di convogli insufficienti e gli utenti del Gtt sono costretti ad essere stipati come sardine sui pochi mezzi a disposizione. Eppure si sapeva benissimo che da lunedì 4 maggio, milioni di persone si sarebbero recate al lavoro e avrebbero fatto uso dei mezzi pubblici.

“La fase-2 è partita ufficialmente lunedì 4 maggio: forse i vertici di Gtt non se ne sono accorti, altrimenti non si spiegherebbe come mai il numero delle corse sulle ferrovie Canavesana e Torino-Ceres sia rimasto lo stesso del periodo di lockdown”. E’ dura la presa di posizione  assunta dalla deputata canavesana del Partito Democratico, Francesca Bonomo, che chiede alla società un aumento dei passaggi soprattutto negli orari di punta.

Sono necessari maggiori passaggi

“Il Paese, così come il Piemonte, sta ripartendo – prosegue la parlamentare – e un servizio di trasporto pubblico efficiente e puntuale è più che mai indispensabile. La direzione MetroFerro di Gtt aumenti il numero delle corse già a partire da lunedì 11 maggio sia sulla Sfm1 che sulla SfmA e garantisca la sicurezza sia degli utenti che del personale, facendo in modo che a bordo dei treni venga rispettato il distanziamento sociale e controllando che tutti indossino le mascherine”. La parlamentare del Pd chiede poi maggiore attenzione per il territorio.

I convogli Sfm1 e SfmA

“I treni tornino a viaggiare – conclude Bonomo – anche nel tratto compreso tra Ciriè e Ceres sulla SfmA e in quello tra Rivarolo e Pont sulla Sfm1. Quest’estate Gtt potenzi, anziché ridurre, le corse verso l’aree montane affinché i Comuni dell’alto Canavese e delle Valli di Lanzo possano essere facilmente raggiungibili da chi arriva da Torino e deciderà di trascorrere le proprie vacanze a due passi da casa, favorendo così il turismo nelle Terre Alte”.

26/01/2022 

Cronaca

Carceri: su 4mila detenuti oltre mille sono stati positivi al Covid. Il garante: “Sistema inadeguato”

“Su 3.700 posti e una presenza reale di oltre 4.000 persone, sono stati più di 1.000 […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Sanità

Covid in Piemonte, contagi stabili: oggi sono oltre 14 mila. 12 i decessi e oltre 17mila i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, mercoledì 26 gennaio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Smog: torna il semaforo verde nei comuni di Chivasso, Ciriè, Poirino, Rivarolo e San Maurizio

Da domani, giovedì 27 gennaio fino a venerdì 28, giorno in cui Arpa verificherà il perdurare dei fenomeni di […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Il ciclista Bernal grave dopo un incidente: Claudio Leone: “Ti aspettiamo per la tappa del Giro”

È stabile ma ancora in gravi condizioni di salute il campione di ciclismo colombiano che nella […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Ivrea: nascondevano in casa oltre mezzo chilogrammo di droga. In manette un italiano e una colombiana

Nei giorni scorsi il personale del Commissariato di Ivrea nel corso di un’operazione di polizia giudiziaria […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Previsioni del tempo: fine settimana di maltempo al Centro-Sud. Da domenica, però, tornerà il bel tempo

Ecco le previsioni del tempo elaborate dal centrometeoitaliano.it Tutti i principali modelli mostrano una blanda saccatura […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy