21/03/2019

Sanità

Camminare aiuta la salute. Il direttore generale dell’Asl T04 premia 32 Walking Leader canavesani

Chivasso

/
CONDIVIDI

Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 20 marzo, presso la sede legale dell’Asl T04 in via Po 11 a Chivasso, si è svolto l’incontro di consegna degli attestati di Walking Leader, rilasciati ai cittadini volontari che hanno terminato il quarto corso per la formazione di accompagnatori di gruppi di cammino. I presupposti alla base di questo progetto – elaborato nell’ambito del Dipartimento di Prevenzione, diretto dal dottor Giovanni Mezzano, dalla struttura Promozione della Salute, diretta dal dottor Giorgio Bellan, e dalla Medicina dello Sport, diretta dal dottor Maurizio Gottin – sono contenuti nella letteratura scientifica, come ha ricordato il Direttore Sanitario dell’Asl T04, dottoressa Sara Marchisio: “L’inattività fisica e la sedentarietà sono da considerarsi tra i fattori di rischio principali delle malattie croniche e degenerative nei Paesi industrializzati e il territorio della nostra Azienda non fa eccezione rispetto a questa tendenza, come ci confermano i dati dell’indagine “Passi” (indagine sugli stili di vita dei cittadini residenti sul territorio dell’Asl T04). Risulta quindi importante, per promuovere la salute della nostra comunità, sperimentare e sviluppare programmi che consentano ad ampie fasce della popolazione di migliorare il proprio stile di vita, così come previsto dal Piano Nazionale della Prevenzione e dal Piano Regionale della Prevenzione della Regione Piemonte”.

E l’esercizio fisico, praticato regolarmente, insieme a una sana alimentazione rappresenta uno dei maggiori fattori protettivi della salute. “Allo scopo di diffondere la pratica della camminata, in una modalità legata alla valorizzazione delle relazioni interpersonali e dell’ambiente, – ha commentato il Direttore Generale dell’Asl T04, Lorenzo Ardissone – abbiamo voluto costruire una rete di volontari formati a svolgere il ruolo di walking leader e disponibili a organizzare gruppi di cammino in collaborazione con la nostra stessa Azienda, con le Amministrazioni comunali e con l’Associazionismo locale. Ancora una volta la sinergia con il territorio dimostra di avere un ruolo strategico per la promozione della salute della comunità”.

I destinatari finali del programma sono gli adulti over 64 anni, come previsto dal Piano Regionale della Prevenzione, ma anche genitori e famiglie già coinvolti in progetti che prevedono attività di movimento con i bambini (attività di sostegno alla genitorialità), allo scopo di dare a queste iniziative progettuali elementi di continuità e di fornire un solido esempio di vita attiva anche ai più piccoli; soggetti adulti che, a vario titolo, vogliano sperimentare un uso attivo del proprio tempo libero godendo delle risorse locali, ambientali e culturali per mezzo della camminata con la consapevolezza di curare così anche la propria salute e adulti che, a causa del proprio stile di vita o della propria patologia, siano invitati a praticare la camminata dal proprio medico curante o per scelta personale.

“Al corso sono stati invitati a partecipare, e ammessi in modo preferenziale, cittadini amanti della vita all’aria aperta e dell’attività motoria, con predisposizione per le relazioni interpersonali e attitudine per il coordinamento e il lavoro di squadra e disponibili a dedicare qualche ora a settimana al servizio di un gruppo che voglia fare questa nuova esperienza – ha spiegato il dottor Giorgio Bellan -. Gli aspiranti walking leader hanno presentato un curriculum vitae e sono stati selezionati con la collaborazione di Amministrazioni comunali e di altre realtà locali. Sono poi stati formati in modo specifico nell’ambito del corso organizzato dalla nostra Azienda, ma continueranno a essere affiancati e sostenuti in questa attività da parte della struttura Promozione della Salute dell’Asl T04 e da parte delle loro Amministrazioni comunali e Associazioni di riferimento”.

Alla quinta edizione del corso hanno partecipato 32 cittadini dotati dei requisiti richiesti. Per la loro individuazione hanno collaborato i Comuni di Agliè, Casalborgone, Castellamonte, Cuorgnè, Ivrea, Mathi, Nole, Rivarolo Canavese, Rueglio, Salassa, Samone, San Giorgio Canavese, San Maurizio Canavese e Vistrorio.

02/12/2021 

Cronaca

Tenta una rapina in un negozio a Rivarolo senza riuscirci. Poco dopo il bandito colpisce a Salassa

Appena venti minuti: è il tempo occorso a un malvivente e al suo complice di tentare […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: boom di contagi. Superata la soglia dei 1.200 nuovi casi. Due i decessi. 606 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, giovedì 2 dicembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Cronaca

Chivasso: 30enne muore durante il prelievo degli ovociti. Per la clinica moldava è stato il Covid

Il suo sogno era quello di diventare mamma, ma è stato un sogno spezzato da un […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Appuntamenti

Chivasso: il 6 gennaio 2022 ritorna l’atteso e tradizionale “Mercà d’la Tola”. Aperte le adesioni

Il prossimo 6 gennaio l’Epifania continuerà a portarsi via le festività ma a Chivasso è atteso […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Lavoro

Piemonte, rivoluzione “Academy”. L’assessore Chiorino: “Connettiamo imprese e formazione”

“Connettere e valorizzare il sistema imprese con il sistema educativo e formativo è uno degli obiettivi […]

leggi tutto...

02/12/2021 

Cronaca

Candia: due casi positivi a scuola. L’elementare “Simonetti” chiusa per Covid fino al 6 dicembre

Chiusura precauzionale della scuola Primaria. In questa settimana le lezioni sono state svolte in modalità DAD […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy