06/07/2021

Economia

Appendino, Cirio e la Lega vogliono a Torino la Gigafactory di Stellantis. Silenzio sulla Italvolt

CONDIVIDI

L’attenzione delle istituzioni regionali è tutta concentrata in queste ore sulla realizzazione della Gigafactory della Stellantis a Torino: la sindaca di Torino Chiara Appendino e il governatore della Regione Piemonte Alberto Cirio scrivo al primo ministro Mario Draghi per perorare la causa subalpina. E, in questo contesto, sembra calare il silenzio sulla Gigafactory che la Italvolt ha preannunciato di voler realizzare a Scarmagno nell’area ex Olivetti. 4mila addetti che diventerebbero 10mila con l’indotto. E la Lega ha presentato in Consiglio regionale un ordine del giorno a firma del capogruppo Alberto Preioni nel quale si sostiene la candidatura di Torino quale sede della prossima Gigafactory di Stellantis. Soltanto pochi giorni fa, il consigliere regionale canavesano Andrea Cane aveva, in un’intervista, dichiarato che entrambi i progetti erano molto importanti per il Piemonte e che entrambi avevano pari dignità. Le dichiarazioni contenute nell’ordine del giorno paiono andare in un’altra direzione. Qui si parla solo di Stellantis e non certo di Italvolt.

“Torino – spiegano i consiglieri regionali della Lega Sara Zambaia e Andrea Cerutti e l’assessore regionale Fabrizio Ricca -, grazie alla Fiat, ha segnato la storia del settore automobilistico non solo italiano. Ora, con il suo imponente bagaglio fatto di esperienza, tradizione, reti di forniture, produzione, assemblaggio e innovazione, è senza dubbio la candidata ideale per la produzione di batterie per automobili elettriche. Per spazi, competenze e maestranze, lo stabilimento di Mirafiori non può che essere il luogo più adatto per questo nuovo strategico investimento”.

“Il capoluogo piemontese ha, dunque, tutti i requisiti per ospitare la prossima Gigafactory di Stellantis. Sostenere questo progetto – aggiungono i leghisti – è dovere di tutti. In ballo non c’è soltanto il ruolo di leader indiscusso del comparto automotive che il Piemonte merita di nuovo di ricoprire, ma anche la creazione di migliaia di nuovi posti di lavoro”.

“Come indicato dal nostro leader Matteo Salvini e dal nostro segretario Riccardo Molinari, che ringraziamo per la loro costante attenzione per il Piemonte – conclude il presidente del gruppo Lega Salvini Piemonte Alberto Preioni -, quella per la Gigafactory di Stellantis è una sfida strategica che dobbiamo vincere. Fare di Mirafiori uno dei poli europei della mobilità sostenibile significa avviare una nuova rivoluzione industriale per Torino e tutto il Piemonte, vero punto di svolta per lasciarci alle spalle il cataclisma della pandemia. Lavoro e sviluppo: il gruppo Lega Salvini Piemonte è pronto a fare la sua parte per portare a casa il risultato”.

Sul progetto dell’Italvolt, che pure è altrettanto importante per l’economia del Canavese e del Piemonte, neanche un accenno, un capoverso, una virgola. Potrebbe trattarsi di una dimenticanza, ma se così non fosse, il Canavese, la piccola Ruhr d’Europa, ancora una volta sarebbe destinata a cadere nel dimenticatoio, come è accaduto ormai troppe volte.

17/01/2022 

Cronaca

Caselle: Il Comune investe 650 mila euro per riasfaltare le strade e rifare i marciapiedi

L’Amministrazione Comunale di Caselle ha impegnato 650.000 euro per la riasfaltatura di strade e il rifacimento […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Sanità

Covid in Piemonte: il virus rallenta la sua corsa. Oggi oltre 9 mila casi e 74mila tamponi. 23 i decessi

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, lunedì 17 gennaio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Lacrime di dolore a Volpiano e Mappano per scomparsa a 31 anni del giocatore Fabio Mussetta

Ha combattuto per mesi, con il coraggio che lo caratterizzava: poi il male che lo aveva […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Sanità

Covid, in aumento i ricoveri. Per i non vaccinati il rischio del contagio aumenta di 10 volte

Covid Piemonte: per i non vaccinati rischio 10 volte più alto di terapia intensiva e 5 […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Brusasco: spaventoso scontro tra due auto sulla provinciale. Perde la vita un giovane di appena 19 anni

È morto a soli 19 anni per i traumi riportati in un terribile incidente stradale che […]

leggi tutto...

17/01/2022 

Cronaca

Ozegna: in un drammatico scontro tra furgone e un camion un uomo è morto sul colpo

Drammatico incidente stradale sulla strada provinciale 53 che conduce a San Giorgio Canavese, nei pressi della […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy