19/12/2022

Politica

Andrea Cane (Lega): “I Comuni canavesani a fianco di Coldiretti per dire no al cibo sintetico”

Ingria

/
CONDIVIDI

I Comuni canavesani si schierano a fianco di Coldiretti per sostenere la petizione contro il cibo sintetico e per sensibilizzare i cittadini sui rischi della diffusione degli alimenti da laboratorio. Sono tanti i Consigli comunali che stanno provvedendo ad approvare l’Ordine del giorno “Sostegno a favore delle iniziative contro il cibo sintetico” partendo per esempio da Ivrea, seguiti da Quassolo, fino al più piccolo Comune di Ingria.

“Questi enti locali, seguendo la medesima votazione a maggioranza tenutasi lo scorso 22 novembre in Consiglio regionale, si sono quindi espressi nei giorni scorsi contro il cibo sintetico, perché – si legge nelle delibere – “è un prodotto sintetico e ingegnerizzato, nasce in bioreattori e non salva l’ambiente, perché consuma più acqua ed energia di molti allevamenti tradizionali e soprattutto è meno efficiente di quelli oggi più performanti”.

“Siamo al fianco di Coldiretti – commenta il consigliere regionale canavesano Andrea Cane, che nella Lega piemontese ha la delega agli Enti locali – per promuovere una legge che vieti la produzione, l’uso e la commercializzazione del cibo sintetico in Italia, dalla carne prodotta in laboratorio al latte senza mucche fino al pesce senza mari, laghi e fiumi. Aberrazioni che limitano la libertà dei consumatori, favorendo gli interessi di pochi operatori che tendono alla monopolizzazione dell’offerta di cibo nel mondo, spezzando lo straordinario legame che unisce cibo e natura. Inoltre il cibo sintetico non aiuta la salute: non vi è alcuna garanzia che i prodotti chimici usati siano sicuri per il consumo alimentare, l’esperienza maturata è ancora troppo breve e non consente di avere alcuna certezza”.

“Il Piemonte – aggiunge il consigliere Andrea Cane – è una delle principali regioni agricole italiane: infatti crescono quotidianamente le amministrazioni comunali del territorio che vogliono salvaguardare il valore sociale, culturale ed economico dell’industria agroalimentare e lo dimostrano in modo bipartisan. Non ci devono essere schieramenti quando occorre tutelare le filiere agro-zootecniche piemontesi minacciate dalla diffusione del cibo sintetico: il fatto che il nostro Canavese sia ancora una volta in prima linea anche in questa battaglia è motivo di orgoglio e soddisfazione”.

31/01/2023 

Cronaca

Andrea Cane (Lega Salvini): “Per combattere l’obesità, medicina e sport in sinergia in Piemonte”

Andrea Cane (Lega Salvini): “Per combattere l’obesità, medicina e sport in sinergia in Piemonte” L’obesità, definita […]

leggi tutto...

31/01/2023 

Eventi

Ivrea: il biglietto d’ingresso al Carnevale per i non residenti passa da 10 a 15 euro. Ed è già polemica

Ivrea: il biglietto d’ingresso al Carnevale per i non residenti passa da 10 a 15 euro. […]

leggi tutto...

31/01/2023 

Sport

Rivarolo: i Rally in Piemonte ripartono il 25 e 26 febbraio con “Le Ronde del Canavese”

I Rally in Piemonte ripartono dalle strade canavesane il 25 e 26 febbraio con “Le Ronde […]

leggi tutto...

31/01/2023 

Cronaca

Servizio Civile Universale: la Pro loco di Rivarolo Canavese cerca due volontari tra i 18 e i 29 anni

La Pro loco di Rivarolo Canavese è accreditata dal 2006 dal Ministero delle Politiche Sociali come […]

leggi tutto...

31/01/2023 

Cronaca

Volpiano, tragedia sull’autostrada Torino-Aosta: agente di polizia si toglie la vita sparandosi in auto

  E’ morto all’interno della sua auto dopo essersi tolto la vita. A togliersi la vita, […]

leggi tutto...

31/01/2023 

Cronaca

Previsioni meteo: domani, mercoledì 1° febbraio tempo stabile con cieli sereni e nebbie mattutine

Queste le previsioni del tempo per domani, mercoledì 1° febbraio, elaborate dal centrometeoitaliano.it: AL NORD Cieli […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy