12/11/2015

Cronaca

Al via la collaborazione sinergica tra sanità pubblica e privata per ridurre le liste d’attesa

Canavese

/
CONDIVIDI

Ridurre le interminabili liste di attesa per effettuare esami diagnostici e clinici? E possibile grazie alla collaborazione sinergica tra pubblico e privato. L’azienda Sanitaria To4 di Ivrea, Ciriè, Chivasso sarà al centro di un innovativo progetto varato dalla direzione sanitaria dell’Asl e voluta dal direttore generale Lorenzo Ardissone che, in questo modo, ha intenzione di affrontare di petto l’annoso e cronico problema delle eterne liste d’attesa.

E, in attesa di disporre dei risultati dall’analisi sui tempi di erogazione delle prestazioni, da una prima valutazione alcuni esami quali, ad esempio, le ecografie addominali, possono essere eseguite anche nelle strutture accreditate senza alcun costo aggiuntivo nè per l’utente e neanche per l’azienda pubblica. Questo è, secondo Lorenzo Ardissone, il valore della collaborazione tra sanità pubblica e privata che deve essere finalizzata al conseguimento di un risultato comune: alleviare il disagio degli utenti e fornire un tempi brevi i referti diagnostici. La direzione generale dell’Asl ha recentemente incontrato i responsabili delle strutture dei laboratori privati accreditate dal Servizio Sanitario Regionale e che si sono dichiarate disponibili a collaborare con l’Azienda sanitaria pubblica.

D’ora in poi sarà possibile effettuare gli esami convenzionati nelle seguenti strutture sanitarie: Il Malpighi Centro Diagnostico di Chivasso, la Nuova Lamp di Settimo Torinese, la Clinica Eporediese di Ivrea e Villa Grazia di San Carlo Canavese. Saranno proprio le strutture private a contattare telefonicamente i pazienti in lista d’attesa per effettuare le ecografie addominali. I nominativi deli utenti, spiega Lorenzo Ardissone, sono state suddivisi per area territoriale di residenza in modo che i cittadini possano usufruire di un’alternativa vicina al luogo in cui abitano.

Gli utenti dovranno pagare il ticket previsto o avvalersi dell’esenzione se si possiedono i necessari requisiti. Se contattato, l’utente non ha l’obbligo di accettare di eseguire l’esame presso le strutture accreditate e può continuare ad attendere la prestazione prenotata all’Asl.

Dov'è successo?

21/10/2020 

Cronaca

Borgaro: aveva l’obbligo di firma ma continuava a fare l’usuraio. 32enne arrestato dai carabinieri

I carabinieri hanno arrestano un italiano di 32 anni, per estorsione e usura. L’uomo fermato è […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Cronaca

Piemonte, entrano in vigore nuove restrizioni: centri commerciali chiusi il sabato e la domenica

La firma del decreto è attesa in serata, ma il contenuto è già pubblico da ore […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Cronaca

Coronavirus, Hot-spot per i tamponi: l’Asl T04 indica orari, ubicazione e modalità di accesso

Dopo le polemiche innescate dalle lunghe code che si formano nei quattro punti di accesso per […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte: 1.396 contagi in più rispetto a ieri. 154 i ricoverati in ospedale. 6 i decessi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.442 (+ […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

È polemica sugli hotspot scolastici. L’assessore alla Sanità: “Se ci sono code prolungare gli orari”

Lunghissime code, serpentoni di auto che si snodano per chilometri: automobilisti in snervante attesa di poter […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Cronaca

Volpiano, il Covid cancella la Fiera Autunnale. Annullato anche il tradizionale mercatino

In seguito all’adozione di nuove misure, a livello nazionale e regionale, finalizzate al contenimento dell’epidemia da […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy