Otto marzo, “maglia nera” al Canavese per numero di incidenti stradali. Cinque sinistri in appena 12 ore

09/03/2018

CONDIVIDI

Diversi i feriti, ma nessuno è in pericolo di vita. Giornata di intenso lavoro per vigili del fuoco, carabinieri, personale sanitario del 118 e polizia municipale

Quella di giovedì 8 marzo è stata una giornata da “maglia nera” per il traffico automobilistico in Canavese: ai tre gli incidenti che hanno avuto luoogo nell’arco temporale di appena12 ore a Bairo, Castellamonte e Busano, vanno ad aggiungersi gl’incidenti che si sono verificati a Caluso e Volpiano. Per cause ancora in via di accertamento da parte degli agenti della polizia municipale, una donna ha perso il controllo dell’automobile che stava guidando nei pressi della rotatoria realizzata all’incrocio della strada provinciale numero 40 con via Molino.

A soccorrere l’automobilista sono stati gli agenti della polizia locale fiano a quando non è giunta l’ambulanza del Soccorso Avanzato del 118. Il sinistro si è verificato intorno alle otto del mattino di giovedì 8 marzo. Dopo essere stata stabilizzata sul posto la donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Chivasso. Non è in gravi condizioni. Disagi per il traffico automobilistico poichè, per favorite le operazioni di soccorso e di rimozione dell’auto incidentata, la polizia locale ha fatto circolare i mezzi a senso unico alternato.

L’altro incidente stradale si è verificato intorno alle 15,00 sulla statale 26 della Valle d’Aosta a Caluso, nel rettilineo che collega il centro abitato alla popolosa frazione di Arè.Una giovane di 27 ha perso il controllo dell’utilitaria sulla quale stava viaggiando ed è finita nel fossato che costeggia la strada statale. La sfortunata automobilista è stata soccorsa dal personale sanitario del 118 e dai vigili urbani che hanno effettuato i rilievi necessari per stabilire la dinamica e per gestire il traffico automobilistico. I sanitari, dopo aver medicato la giovane, l’hanno trasportata in autolettiga al pronto soccorso del vicino ospedale di Chivasso. A parte lo shock provato e alcune contusioni riportate nell’urto, le sue condizioni di salute sono discrete.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/06/2018

Favria celebra i Santi Pietro e Paolo con una grandiosa festa promossa da Comune e Pro loco

Da venerdì 22 a domenica 24 giugno Favria festeggerà i Santissimi Pietro e Paolo e per […]

leggi tutto...

20/06/2018

Atletica: stratosferica vittoria di Favro nel salto in lungo e di Pusceddu nel salto in alto

Impresa storica dei portacolori dell’Azimut Atletica Canavesana ai Campionati italiani Allievi su pista a Rieti. Doppio […]

leggi tutto...

20/06/2018

Locana: si infortuna a una gamba. Escursionista salvato dai volontari del Soccorso Alpino

E’ stato grazie al tempestivo intervento dei tecnici della XII Delegazione Canavesana del Soccorso Alpino se […]

leggi tutto...