18/06/2021

Cronaca

Volpiano, boom di domande per i centri estivi. Allestita una seconda sede alla scuola “Ghirotti”

CONDIVIDI

Per accogliere tutti i 116 bambini iscritti ai centri estivi di Volpiano, l’amministrazione comunale ha provveduto ad attivare una seconda sede alla scuola primaria «Ghirotti», oltre a quella della scuola dell’infanzia “Arcobaleno”; il nuovo servizio è operativo dal 5 al 30 luglio. La decisione è stata presa dopo il termine di scadenza delle iscrizioni, fissato al 10 giugno, quando è stata riscontrata una richiesta notevolmente superiore ai 50 posti inizialmente previsti, 15 per i bambini della scuola dell’infanzia e 35 per quelli della primaria (come nel 2020).

“La programmazione dei centri estivi 2021 – spiegano negli uffici comunali- è stata effettuata nel mese di marzo, quando il Piemonte si trovava in ‘zona rossa’, nei tempi tecnici necessari per organizzare il servizio e nel rispetto delle normative in vigore, con particolare riguardo alla previsione del numero chiuso e delle misure di prevenzione anti-Covid disposte dal ministero della Salute; tali normative, in continua evoluzione (l’ultima ordinanza emanata a fine maggio), pur allentando alcune misure di prevenzione hanno mantenuto inalterate le regole sul ‘numero chiuso’. Per questa ragione è stato mantenuto il limite di 50 bambini, come per il 2020, che è il massimo consentito dagli spazi della scuola “Arcobaleno”, in quanto per i centri estivi l’indicazione è di utilizzare prevalentemente le aree esterne e non quelle interne, ordinariamente dedicate alla didattica; nel 2020 le domande sono state 49 e, dunque, il numero previsto era assolutamente congruo”.

Le domande di iscrizione ai centri estivi 2021, pervenute alla scadenza dei termini, sono state 116 (56 per la scuola dell’infanzia e 60 per la scuola primaria); per questa ragione gli uffici si sono attivati per trovare una soluzione che venisse incontro alle famiglie, prevedendo il nuovo servizio alla scuola “Ghirotti”.

Commenta il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne: “Ringrazio l’assessore alla Scuola e i funzionari comunali che hanno seguito l’evolversi della situazione e hanno prontamente rimodulato il servizio; l’amministrazione cerca, per quanto possibile, di venire incontro alle esigenze delle famiglie, in questo caso trovando una soluzione per coloro che erano rimasti esclusi dai centri estivi. La buona notizia è che l’allentamento di alcune misure significa che si sta andando verso la normalità che tutti auspichiamo”.

18/10/2021 

Sanità

Asl T04, al via all’ospedale di Ivrea il progetto pilota dell’Ambulatorio “Percorso Menopausa”

Oggi lunedì 18 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale della Menopausa, prende avvio, nell’ambito del Dipartimento […]

leggi tutto...

18/10/2021 

Cronaca

Mauro Fava lascia il Consiglio Metropolitano: “In 5 anni abbiamo fatto più che nei 20 precedenti”

Le elezioni di Cuorgnè hanno portato al rinnovamento del Consiglio comunale, del quale non farà più […]

leggi tutto...

18/10/2021 

Cronaca

Colleretto Giacosa: lavoratori senza Green pass e carenze igienico sanitarie. Chiuso ristorante per 5 giorni

Nella serata di sabato 16 ottobre, i carabinieri della Compagnia di Ivrea unitamente al Nas di […]

leggi tutto...

18/10/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: curva in calo. Oggi 102 nuovi contagi. Quattro i decessi. 134 i pazienti guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, lunedì 18 ottobre l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

17/10/2021 

Cronaca

Ceresole-Groscavallo: i due Comuni rinnovano sul Colle della Crocetta il patto di fratellanza

Anche quest’anno, nella giornata di oggi – domenica 17 ottobre – si è tenuto l’ormai tradizionale […]

leggi tutto...

16/10/2021 

Cronaca

Pont: pensionata di 78 anni va in cerca di funghi e si perde nel bosco. Ritrovata dai soccorritori

Era uscita di casa in cerca di castagne quando a un certo punto ha smarrito l’orientamento […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy