24/10/2017

Sport

Violenza nel calcio? La Polisportiva Valmalone e lo Chambave dimostrano che lo sport è tutt’altro

Levone

/
CONDIVIDI

 

La vicenda della partita di calcio a cinque che si è svolta la scorsa domenica a Venaria, terminata la scorsa domenica, con la squadra sconfitta che ha aggredito gli avversari rei di aver vinto la partita e con la denuncia di 5 aggressori, non è bella da raccontare. Lo sport è altro. E la serata che ha fatto seguito alla quinta giornata del campionato di terza categoria del girone di Ivrea, disputata domenica 22 ottobre, che ha contrapposto la squadra valdostana dello Chambave e a quella canavesana del Valmalone di Levone, è la dimostrazione tangibile che lo spirito sportivo deve avere la meglio sulla grinta agonistica portata all’esasperazione. La partita è terminata con la vittoria per 1 a 0 per il Valmalone che giocava in casa: una partita a tratti un po’ “dura”, ma condotta con estrema correttezza da entrambe le squadre.

Al termine della partita è andato in scena lo spettacolo più bello che ha visto dirigenti e giocatori delle due società sportive seduti intorno allo stesso tavolo che ridono e scherzano in un clima disteso e gioioso. Tanto sereno da protrarsi in una serata con una cena improvvisata presso il padiglione gastronomico allestito dalla Pro loco dei Ceretti. Marco Lombard, presidente della società sportiva valdostana dello Chambave, non ha fatto mistero della propria personale soddisfazione: “Abbiamo accettato di buon grado l’invito ad una cena alla festa di paese, in cui abbiamo partecipato in 15 tra dirigenti e giocatori. Cena divertente in un’unica tavolata tra le due squadre, seguita poi da balli di gruppo in allegria. Esperienza da ripetersi sicuramente ricambiata alla partita di ritorno a Chambave”.

Sulla stessa lunghezza d’onda sono il direttore sportivo Nicolò Ghinzani e del vice presidente Antonio Zanini della compagine canavesana: “È stata un esperienza magnifica nata in maniera del tutto casuale. Questo è il vero spirito di sport. Questo è ciò che cerchiamo di trasmettere e insegnare ai nostri bambini della scuola calcio. Accetteremo volentieri l’invito della società valdostana per la gara di ritorno”.

Questa è la normalità che fa da contrappeso alla violenza ingiustificata di giocatori che sono tutto meno che sportivi. E sono queste le storie più belle da raccontare.

Dov'è successo?

27/06/2022 

Cronaca

Agliè: pensionato di 77 anni muore sulla spiaggia del Salento nel giorno del suo compleanno

Si era recato nelle splendide spiagge del Salento in Puglia nei pressi di Otranto, per trascorrere […]

leggi tutto...

27/06/2022 

Rivara: cane da pastore morde alla gamba una bimba di 4 anni e il padrone si allontana

Stava tranquillamente passeggiando l’altra sera insieme ai genitori in occasione della festa patronale di Favria, quando […]

leggi tutto...

27/06/2022 

Cronaca

San Francesco al Campo: 33enne ferisce la moglie alla testa con un martello poi tenta il suicidio

Ha impugnato un martello da muratore e ha colpito di striscio alla testa la moglie davanti […]

leggi tutto...

27/06/2022 

Politica

Chivasso: lunga notte di festa per la vittoria di Castello. Gariglio: “Il Pd è il primo partito”

Hanno festeggiato fino a tarda notte di domenica 26 maggio in piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa […]

leggi tutto...

27/06/2022 

Cronaca

Previsioni del tempo: un’altra ondata di caldo rovente investe l’Italia. Sereno fino al week end

Queste sono le previsioni del tempo per martedì 28 giugno elaborate dal centrometeoitaliano.it: AL NORD Tempo […]

leggi tutto...

27/06/2022 

Politica

Chivasso: il ballottaggio riconferma Claudio Castello sindaco della città dei “nocciolini”

Si è concluso nell’arco di poco più di due ore un ballottaggio dall’esito non scontato ma […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy