16/01/2021

Cronaca

Variante di Lombardore, il sindaco di Busano Chiono: “Non tutti i miei colleghi sono favorevoli all’opera”

CONDIVIDI

L’inadeguatezza e la vetustà della ex strada statale 460 del “Gran Paradiso” e la mancanza di un’arteria viaria alternativa sono i veri problemi che affliggono il Canavese, una porzione di Piemonte ad alta capacità produttiva, ma che la politica locale e regionale ha da anni completamente dimenticato. Il problema è decennale. E non investe soltanto le aziende dello stampaggio a caldo e della meccanica di precisione, ma riguarda anche la sicurezza dei cittadini e degli automobilisti, costretti a fare i conti con un traffico, in particolar modo nelle ore di punta, caotico e pericoloso.

Il continuo passaggio di mezzi pesanti che trasportano le materie prime destinate alle aziende non migliora di certo la situazione. Negli anni scorsi, tanto per fare un esempio, a Rivarolo Canavese alcuni cittadini sono state vittime di gravi incidenti stradali nei quali erano coinvolti pedoni e mezzi pesanti. Il tema della variante alla 460 che dovrebbe unire Lombardore a Front, la bretella che dovrebbe circumnavigare la Busano-Salassa e la realizzazione del nuovo Ponte Preti sulla Pedemontana sono tornati alla ribalta della cronaca grazie alle accese proteste degli industriali che reclamano la realizzazione di una viabilità alternativa che “alleggerisca” i costi di trasporto.

Sulla carta sono tutti favorevoli, ma la realtà e sempre ben diversa da come la si dipinge. E a quanto pare, la maggior parte dei sondaci del Canavese su questo tema sono tiepidi e addirittura remano contro, sottobanco, per impedire la realizzazione della variante. Si tratta di una visione della politica industriale più che miope? Oppure qualcuno teme che alleggerire il flusso del traffico sulla ex statale 460 possa arrecare danno alla locale economia commerciale?

Giambattistino Chiono, da tempo immemorabile sindaco di Busano non solo è stato l’ideatore del Polo dello stampaggio a caldo ma è stato anche uno dei primi promotori della realizzazione della variante che collegasse il Basso Canavese, Alto Canavese e Ciriacese all’Eporediese. Dopo quasi trent’anni di battaglie, Giambattistino Chiono dubita che l’opera possa andare in porto. A maggior ragione perché è rimasto colpito dall’indifferenza mostrata su questo progetto da molti suoi colleghi sindaci. Dato per assodato il fatto che la mancanza di fondi rende necessario il ricorso a quelli del Recovery Plan (assicurato dall’assessore regionale Maurizio Marrone) sono i “giochi” politici, sostiene Giambattistino Chiono, a frenare la realizzazione di un’opera che non servirà soltanto agli industriali ma a tutta la popolazione che vive nei centri urbani della dorsale collegata alle valli.

“Se non si fa squadra con la convinzione che il progetto potrà servire alla collettività, garantendo una maggiore sicurezza agli automobilisti, di questa variante si poterà parlare per altri 30 anni senza che sia posato un solo paletto – conclude -. E sarebbe un vero peccato perché la viabilità alternativa sarebbe utile per il rilancio del turismo nelle Valli canavesani con le ricadute economiche che ne potrebbero conseguire”.

18/04/2021 

Cronaca

Spritz disobbediente al bar “La Torteria” di Chivasso. Il sindaco Castello chiede al Prefetto misure urgenti

Il bar pasticceria “La Torteria” di Chivasso è diventato il punto di riferimento per i negazionisti […]

leggi tutto...

18/04/2021 

Un gruppo medico-legale autorizzerà la vaccinazione dei fragili fuori dalle categorie ministeriali

È stato costituito nell’ambito del Comitato tecnico-scientifico dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte un gruppo di […]

leggi tutto...

18/04/2021 

Cronaca

Giorno di lutto cittadino per commemorare le quattro vittime della strage di Rivarolo Canavese

Oggi, domenica 18 aprile è stato per Rivarolo Canavese il giorno del lutto e del dolore. […]

leggi tutto...

18/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 751 nuovi casi positivi e 3 decessi. In calo i ricoveri in terapia intensiva

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 751 nuovi […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Sanità

Covid-19: accordo della Regione Piemonte con i farmacisti per i vaccini Pzifer e Moderna

Regione Piemonte, Federfarma e Assofarm hanno definito il percorso che consentirà ai farmacisti di somministrare anche […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Rivarolo: lo straziante saluto della città ai coniugi Dighera. Domani 18 aprile è lutto cittadino

Rivarolo Canavese si è fermata, nel primo pomeriggio di oggi, sabato 17 aprile, per tributare l’ultimo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy