14/04/2021

Cronaca

Variante alla Sp 460, l’assessore ai Trasporti Gabusi: “E’ un’opera che consideriamo strategica”

CONDIVIDI

L’opposizione ha svolto il suo ruolo, ma anche la maggioranza che sostiene la Giunta Cirio ha fatto la sua parte nell’individuare e finanziare le opere ritenute prioritarie per il Piemonte e per il Canavese. L’assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi ha annunciato uno stanziamento di circa 200 mila euro destinato al completamento della progettazione del primo lotto della variante alla strada provinciale 460 che collegherà Lombardore a Front e che è affidato alla Città Metropolitana di Torino. Un annuncio atteso da oltre trent’anni e che rappresenterebbe un primo, decisivo, passo verso la realizzazione di un’opera che è davvero strategia per il Canavese e per il Piemonte.

“Che ognuno tiri l’acqua al suo mulino sta nel gioco delle parti che si svolge nell’Agone politico – afferma l’assessore ai Trasporti Marco Gabusi -. Va detto che, prima ancora che scoppiasse la pandemia di Coronavirus, avevo dato indicazione che si elencassero le opere e le infrastrutture ritenute strategiche per la Regione. Adesso dovrò confrontarmi con i colleghi di Giunta, ma posso tranquillamente affermare che la variante ci sta a cuore come altri importanti progetti che intendiamo portare a termine”.

Certo, si potrebbe fare di più, sottolinea l’assessore Gabusi, ma è altrettanto vero che la Regione deve fare i conti con un mancato introito di 200 milioni circa. Soldi che avrebbero consentito alla Regione di poter impegnare maggiori risorse nelle opere che attendono di essere realizzate. “Avremo tanti demeriti, ma quello della variante alla ‘provinciale’  460 canavesana è un merito che spetta all’Amministrazione che governa la Regione” afferma Gabusi che sottolinea come il suo assessorato non si sia affatto dimenticato delle opere da realizzare in Canavese, come il Peduncolo di Ivrea, il rifacimento del Ponte Preti, e il nodo di Borgofranco, tanto per fare qualche esempio,  ma è necessario fare i conti con una pandemia che ha destabilizzato e pesantemente penalizzato l’intera economia regionale e nazionale.

“E’ un primo e significativo passo che compiamo nella direzione della realizzazione di quest’opera – conclude Marco Gabusi -. Sappiamo quanto la variante sia importante per le tante aziende metalmeccaniche che sono attive nell’Alto Canavese e per fare in modo che i centri urbani siano decongestionati dal continuo passaggio di mezzi pesanti. Il nostro impegno, in questo senso, è garantito”.

05/08/2021 

Cronaca

Montalto Dora: coinvolti in un incidente uno scooter e un’auto. Un ferito in ospedale e traffico in tilt

Ancora uno scontro, l’ennesimo, tra scooter e auto. L’ultimo incidente in ordine di tempo in Canavese […]

leggi tutto...

05/08/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 259 nuovi contagi e nessun decesso. 5 i ricoverati in terapia intensiva

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, giovedì 5 agosto, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

05/08/2021 

Cronaca

Brandizzo, telecamere sul luogo di lavoro: per il tribunale la condotta della S.L. è antisindacale

La Fiom Cgil di Torino rende noto che ieri il Giudice del lavoro del Tribunale di […]

leggi tutto...

05/08/2021 

Cronaca

Controlli all’aeroporto di Caselle: scoperta una movimentazione illecita di denaro per 325mila euro

L’intensa attività di controllo condotta dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane in collaborazione con la Guardia di […]

leggi tutto...

05/08/2021 

Sanità

Da venerdì 6 agosto in vigore il “Green pass”. Fino a mille euro di multa per chi ne è sprovvisto

Da domani, venerdì 6 agosto, entra ufficialmente in vigore il “Green pass” su tutto il territorio […]

leggi tutto...

05/08/2021 

Cronaca

Il Comune di Favria ha conferito la cittadinanza onoraria al luogotenente dei carabinieri Mammino

Un riconoscimento voluto e dovuto per evidenziare, sia pure con un gesto simbolico, l’impegno, la professionalità, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy