06/01/2021

Cronaca

Scorie nucleari: scoppia la protesta. Il sindaco di Chivasso: “Non saremo la pattumiera d’Italia”

CONDIVIDI

Possibili siti di stoccaggio delle scorie nucleari a Mazzè, Rondisson e Caluso? Il sindaco di Chivasso Claudio Castello è furioso, esattamente come i colleghi che amministrano i potenziali siti individuati dalla Sogin. “Non permetteremo che il basso canavese diventi la pattumiera radioattiva del paese! Pronti ad una larga mobilitazione istituzionale e di cittadinanza per opporci a questa scelta localizzativa. Sarà battaglia”.

Il Governo ha tolto il segreto di Stato, la Sogin ha pubblicato la Cnapi, la carta dei luoghi in cui potrà essere costruito lo stoccaggio nazionale dei rifiuti radioattivi.
Dalla lettura della documentazione pubblicata sui maggiori quotidiani nazionali si è appreso come tra le “aree potenzialmente idonee” delineate sulla carta Cnapi ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi, vi è anche l’area in Provincia di Torino, insistente sui territori di Rondissone-Mazze-Caluso.

Tra le 67 zone individuate, l’area basso canavesana rientra tra le 12 di Classe 1, ovvero considerata tra le ubicazioni da preferirsi rispetto a tutte le altre. L’intervento costerà allo Stato 1,5 miliardi di euro e in totale si parla di circa 78 mila metri cubi di rifiuti a bassa e media attività da stoccare. Con la pubblicazione si dà l’avvio alla fase di consultazione dei documenti per la durata di due mesi.

L’Amministrazione comunale chivassese si batterà per difendere il territorio in una logica collaborativa di area vasta, sottolineando come l’area in oggetto disti circa 1200 metri in linea d’aria dalla piazza della frazione Mandria.

Il territorio chivassese ha subito negli anni un pesantissimo impatto ambientale sulle proprie popolazioni. L’attuale bilancio di massa ambientale non rende tollerabile, a giudizio del primo cittadino, un ulteriore incremento di fattori inquinanti. L’obbiettivo dichiarato è far fronte comune con le altre Amministrazioni civiche ed opporsi a questa ipotesi localizzativa.

22/09/2021 

Cronaca

Forno Canavese: uccise il compagno per difendersi durante una lite. Assolta in Appello per legittima difesa

Era accusata di aver ucciso il compagno: i giudici della Corte di Assise di Appello di […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 278 nuovi contagi e due decessi. In calo i ricoveri nei reparti ordinari

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 17,30 di oggi, martedì 22 settembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Cronaca

Canavese: in farmacia prenotazioni ambulatoriali, ritiro dei referti e pagamento ticket

Nei prossimi giorni in 1.600 farmacie piemontesi sarà possibile prenotare le prestazioni ambulatoriali attraverso il Cup […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Sanità

Covid in Piemonte, monitoraggio nelle scuole in tutta la regione: 4 focolai e 74 classi in quarantena

Sono ad oggi 4 i focolai di Covid nelle scuole del Piemonte: uno in un nido […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Cronaca

Partono i lavori per allargare la strada provinciale 1 “delle Valli di Lanzo” in frazione Voragno a Ceres

Proseguono gli interventi in sinergia tra Città metropolitana di Torino e le due Unioni Montane presenti […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Cronaca

Rocca Canavese: i carabinieri sequestrano armi detenute illegalmente. Due arresti

A Rocca Canavese e Nole, i carabinieri della Stazione di Leinì, in collaborazione con i colleghi […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy