22/02/2021

Cronaca

San Maurizio Canavese: opere pubbliche in tre anni per un investimento di 16 milioni di euro

CONDIVIDI

Sarà portato all’attenzione del Consiglio Comunale nelle prossime settimane il programma triennale delle opere pubbliche del Comune di San Maurizio Canavese. Numerosi gli interventi previsti, per un investimento complessivo che supera i 16 milioni di euro. L’elenco delle opere in programma per l’anno in corso, il 2021, inizia con la creazione di un percorso pedonale protetto in via Devietti Goggia, a Malanghero. L’intervento, che metterà in sicurezza la via d’accesso alla frazione, prevede l’intubazione e la copertura del fosso sul lato destro (arrivando dal concentrico di San Maurizio Canavese), l’ampliamento della sede stradale, la realizzazione del percorso protetto per i pedoni sul lato sinistro e la successiva asfaltatura della strada, per un impegno complessivo di spesa pari a 685mila euro. Una strada che, tra l’altro, da provinciale diventerà comunale: il nostro Comune ha infatti richiesto di poter acquisire l’intera via – dalla cappella della Madonna del Salice al confine con il Comune di Caselle – in modo da poterne gestire la manutenzione direttamente e tempestivamente in futuro. Secondo gli accordi fra i due enti, tuttora in fase di definizione, la Città Metropolitana asfalterebbe la strada prima della dismissione o comunque coprirebbe le spese dell’asfaltatura.

Una seconda opera particolarmente importante è impegnativa sarà la manutenzione straordinaria della palestra polivalente di via Ceretta Inferiore, che richiede un pesante intervento di adeguamento, riqualificazione ed efficientamento energetico. L’investimento necessario è notevole ed è stimabile in un milione e mezzo di euro.

A 600mila euro ammonta invece la spesa per la costruzione del nuovo magazzino destinato al ricovero dei mezzi e delle attrezzature delle maestranze comunali. La struttura sorgerà su terreno di proprietà comunale nell’area del distaccamento dei Vigili del Fuoco, in via Barbania, e ospiterà anche l’importante archivio storico del Comune, ora custodito in più sedi. Si tratta dunque di un’opera che offrirà al Comune un importante vantaggio logistico e organizzativo.

Sempre nel 2021 è inoltre prevista la realizzazione del manto in erba sintetica per il campetto da calcio che sorge di fronte alla stazione, oltre la ferrovia, accanto alla pista ciclabile, e che viene utilizzato sia liberamente dai cittadini sia, in orari definiti, dall’Apd San Maurizio Calcio. La realizzazione dell’opera prevede una spesa complessiva di 180mila euro.
Nel cuore del concentrico, invece, sarà ampliato l’edificio comunale dell’ex asilo Umberto I, in via Olivari, con la realizzazione di un saloncino per le attività del laboratorio musicale “Il Flauto di Pan”. L’impegno economico previsto è di 355mila euro.

Quest’anno sarà inoltre realizzata la progettazione completa della messa in sicurezza del reticolo idrografico del territorio compreso tra lo Stura e il torrente Banna-Bendola, per la quale il nostro Comune ha ricevuto un contributo statale a fondo perduto di 675mila euro. L’intervento, presentato alla stampa a inizio febbraio, è particolarmente delicato e complesso, perché prevede l’intera progettazione fino alla fase esecutiva, con l’eventuale individuazione di lotti e di priorità d’intervento. In estrema sintesi, l’obiettivo è duplice: da un lato adeguare la portata d’acqua dei tre canali esistenti sul territorio – i canali di Ciriè, di Malanghero e di Caselle – e dall’altro realizzare i tratti terminali di tali canali, i cosiddetti canali scolmatori, che siano in grado di garantire il più rapido ed efficace defluire delle acque verso il torrente Stura di Lanzo. Terminata la fase progettuale, nel 2022 è prevista la realizzazione del tratto di scolmatore dal canale di Malanghero al canale di Caselle, per un investimento di 10 milioni e 450mila euro, finanziati dalla Regione Piemonte. L’importanza di tale opera è evidente a tutti, perché è volta a ottimizzare la regimazione delle acque e a proteggere il nostro territorio sia dalle alluvioni sia da eventi meteorologici eccezionali ma sempre più frequenti nell’ambito dei cambiamenti climatici in corso, come le cosiddette bombe d’acqua.

Altra opera molto importante, sia per l’impegno di spesa sia per il forte valore simbolico e affettivo per la nostra comunità, sarà la ristrutturazione e messa in sicurezza del campanile della parrocchiale di San Maurizio Martire (campanile che, com’è noto, è di proprietà e competenza comunali). Anche in questo caso la progettazione sarà realizzata nel corso del 2021 e prevede un impegno di 33mila euro, mentre nel 2022 saranno eseguiti i lavori per una spesa di 487mila euro.

Nella colonna del 2022 nel programma triennale delle opere pubbliche, ecco altri interventi decisamente impegnativi: in via XX Settembre sarà realizzato un nuovo stabile nel quale troveranno sede il corpo di Polizia locale e altri servizi comunali. L’impegno di spesa previsto è di 650mila euro.
Dopo che la Polizia locale si sarà trasferita nei nuovi spazi, sarà ristrutturato l’edificio che ne costituisce la sede, sempre in via XX Settembre, e che ospita anche le associazioni Avis e Aido, per una spesa ad oggi ipotizzabile in 110mila euro.

Sono inoltre previste la ristrutturazione e la riqualificazione energetica dell’impianto prefabbricato che oggi in via Bo ospita una sezione della scuola materna, per un importo complessivo di 180mila euro.
Sempre nel 2022, poi, è in programma la ristrutturazione dell’edificio di via De Amicis che oggi offre ricovero ai mezzi e alle attrezzature delle maestranze comunali (che, come abbiamo visto sopra, saranno trasferiti nel nuovo magazzino previsto in via Barbania). L’intervento sullo stabile consentirà la realizzazione di una sala polivalente o auditorium, di cui il Comune sente la necessità da tempo. La spesa prevista è di 500mila euro.

Infine, per il 2023, è in programma l’ampliamento della piazza degli Agricoltori a Ceretta. Lo sviluppo della frazione e il ruolo centrale della piazza sia come luogo di eventi e attività sia come area di parcheggio rendono necessari la riorganizzazione e l’ampliamento degli spazi. L’impegno di spesa previsto è di 320mila euro.

01/03/2021 

Cronaca

Emergenza Covid: il virus torna a “volare”. Oggi 1.155 nuovi contagi. 6 i decessi. In salita i ricoveri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 17,00 di oggi, lunedì 1° marzo, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

01/03/2021 

Cronaca

San Giusto Canavese: il sindaco ai ragazzi: “Siate molto prudenti”. A casa tre classi della scuola primaria

I bambini contraggono il Coronavirus e il Comune decide la chiusura di tre classi della scuola […]

leggi tutto...

01/03/2021 

Cronaca

Coronavirus a Volpiano: crescono i contagi che passano da 51 di lunedì ai 71 di domenica 28 febbraio

I dati sulla diffusione del Covid-19 a Volpiano registrano 71 casi positivi al 28 febbraio, rispetto […]

leggi tutto...

01/03/2021 

Sanità

Accelera la campagna vaccinale dell’Asl T04. Questa settimana saranno inoculate oltre 10mila dosi

Nella settimana che va dal 1° a 7 marzo l’Asl T04 procederà alla somministrazione di 10mila […]

leggi tutto...

01/03/2021 

Cronaca

Coronavirus: autocertificazione obbligatoria fino al 5 marzo per chi rientra dall’estero

Fino al 5 marzo le persone che rientrano in Piemonte dall’estero, sia per via aerea nazionale sia […]

leggi tutto...

01/03/2021 

Cronaca

Il doloroso addio di Mercenasco a Giulia, la mamma 36enne moglie del capitano della Rivarolese

Aveva soltanto 36 anni Giulia Gannio. Un destino crudele l’ha strappata alla sua famiglia gettando nello […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy